Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 3 luglio - Aggiornato alle 23:43

Le ‘Note di pace’ non si fermano: raccolti oltre 6mila euro e al via un collettivo di idee

Successo per il concerto benefico al Morlacchi di Perugia voluto per aiutare i bambini ucraini affetti da patologie pediatriche. Il progetto prosegue all’insegna della musica e della pace

Note di pace, concerto al Morlacchi di Perugia

“Note di pace” non si ferma e annuncia di proseguire ancora all’insegna della musica e della pace. Un Teatro Morlacchi gremito di persone, per una iniziativa e una serata di successo caratterizzata dalla grande sensibilità di pubblico, imprenditori e istituzioni. C’è quindi ora il desiderio di fare ulteriori passi in avanti, anche dopo i 6.740 euro raccolti (ancora è aperta per qualche giorno la possibilità di fare donazioni) comprensivi degli ingressi a teatro e delle donazioni generose effettuate. Venerdì 27 maggio, a Palazzo della Penna di Perugia, alla presenza di organizzatori, imprenditori e rappresentanti istituzionali, si è tenuta la conferenza stampa per illustrare i risultati ottenuti dalla serata “Note di pace” e anche alcune importanti novità.

Progetto “Note di pace” è il titolo dell’iniziativa, all’insegna della pace e della solidarietà, organizzata dall’Associazione Culturale Scuola di Musica “Piano Solo” con una cordata di imprenditori, caratterizzata da un concerto benefico andata in scena domenica 22 maggio nel suggestivo teatro perugino. L’idea nasce dall’incontro fra alcune aziende del territorio con il musicista Alessandro Deledda, direttore e fondatore della Scuola, che immediatamente hanno condiviso con entusiasmo l’iniziativa, che ha ottenuto anche il patrocinio del Comune di Perugia e dell’Assemblea legislativa regionale. I proventi del concerto benefico sono stati così consegnati, come già annunciato, interamente alla associazione AGD (Associazione Bambini e Giovani con Diabete) per sostenere il reparto pediatrico dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia e i bambini ucraini vittime della guerra e affetti da patologie pediatriche. Ospiti della serata sono state le coppie Enzo Decaro & Antonio Onorato, per un reading-concerto sul senso della pace nella musica di Pino Daniele, e Paolo Micheli & Silvio D’Alessandro, oltre a una cinquantina di musicisti della Scuola perugina. A condurre la serata è stato Stefano Pozzovivo, inconfondibile speaker di Radio Subasio.

Soddisfazione organizzatori “I ragazzi – ha commentato un soddisfatto Deledda – sono contenti per aver portato la loro musica su prestigioso palco ma soprattutto felici di aiutare altri bambini che invece non possono farlo. Ma soprattutto abbiamo messo un primo tassello ad un progetto più vasto”. L’idea, annunciata in conferenza, è infatti quella di fare di “Note di pace” un collettivo “per portare il sentimento della pace, anche interiore, anche in altre occasioni e nei principali palchi umbri”. “C’è sempre bisogno di fare qualcosa per la pace – ha aggiunto Deledda – e per questo abbiamo in mente di creare un gruppo di persone che possano realizzare delle idee da portare avanti proprio per questo scopo”. Soddisfatto anche l’assessore alla cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasano – che ha consegnato i fondi raccolti alla dottoressa Maria Giulia Berioli del reparto di pediatria – per l’entusiasmo con cui ha risposto all’evento la città di Perugia. “Sono felice – ha detto – da amministratore per il risultato e il messaggio mandato ma non ci possiamo fermare qui. Note di pace va rinnovato perché aver dimenticato le guerre ne ha fatte arrivare altre. Il Comune c’è per far sì che questa iniziativa non rimanga isolata perché il conflitto in Ucraina è ancora aperto e perché dovremmo essere più sensibili anche per le altre guerre che ancora ci sono”.

La raccolta prosegue Oltre alla direzione artistica di Alessandro Deledda, con il contributo dell’intero staff della Scuola “Piano Solo”, hanno completato la squadra dell’evento anche Andrea Maffei (con le installazioni video associate ad ogni esibizione), lo Studio Viceversa (per la grafica) e l’associazione Start che con la Scuola condivide da tempo progetti incentrati sul rapporto tra musica e giovani. Ancora per qualche giorno sarà possibile continuare a donare tramite bonifico all’Iban IT 96T0 200803039000029418893 (causale “Donazione Note di Pace”) intestato ad AGD Umbria inviando poi una mail di conferma a [email protected]

I commenti sono chiusi.