Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 29 gennaio - Aggiornato alle 16:09

La Terni di San Valentino chiama il resto del mondo via radio: diploma Amore a chi risponde

Iniziativa di Associazione Radioamatori con classifica collegamenti: premio ai primi tre tra stazioni italiane, europee ed extra Ue

‘Diploma Terni Città dell’Amore’, questo il messaggio in codice attraverso il quale la sezione ternana dell’Associazione italiana radioamatori (Ari) contatterà dalla Conca il resto del mondo in occasione degli eventi Valentiniani.

Chiamata via radio «Terni, città di San Valentino, con i suoi monumenti e le sue bellezze diventerà un messaggio che arriverà in tutto il mondo sulle frequenze dei radioamatori. Credo sia un modo originale e valido per promuovere il nostro territorio, da replicare anche in altre occasioni». Lo ha detto l’assessore al turismo Elena Proietti ringraziando l’ARI di Terni per l’iniziativa presentata mercoledì mattina a Palazzo Spada dal presidente Stefano Tonnetti, accompagnato da Cristiano Amadei, Gabriele Olivieri, Ivan Mancini e Vincenzo De Gregorio. «Abbiamo pensato ad un evento per onorare la città a modo nostro – hanno detto i rappresentanti dell’ARI Terni – un premio San Valentino, con un diploma che sarà rilasciato, secondo un regolamento che abbiamo pubblicato sul notro sito www.ariterni.it, ai radioamatori che risponderanno al nostro invito da tutto il mondo e con determinate modalità». La chiamata sarà effettuata con la frase: CQ ‘Diploma Terni Città dell’Amore’. A chi risponderà verrà inviata per mail una cartolina su Terni Città di San Valentino creata appositamente dalla sezione di Terni dell’ARI e, alla fine, sarà stilata una classifica dei collegamenti con il rilascio di un diploma speciale ai primi tre classificati tra le stazioni italiane, europee e extraeuropee. «In sostanza – è stato spiegato – un modo originale per promuovere San Valentino di Terni, per far capire a più persone possibile, anche nei luoghi più lontani, il legame tra Terni e il santo dell’amore conosciuto a livello mondiale». L’iniziativa si svolgerà dal primo al 28 febbraio.

DIPLOMA TERNI CITTÀ DELL’AMORE-REGOLAMENTO

ARI Il gruppo Radiomatori Ari di Terni nacque il 15 gennaio del 1967, con sede in Via Mola di Bernardo su iniziativa di cinque amici affiatati, tra i quali abili telegrafisti e meticolosi autocostruttori di trasmettitori. Per il primo anno fu stabilito un contributo di 500 lire al mese ciascuno per far fronte alle prime spese della sezione.  Da allora le iniziative divennero sempre più numerose e si registrò l’adesione al gruppo di altri amici che intanto avevano ottenuto la licenza di trasmissione. Dal Gruppo alla Sezione (15 iscritti) quindi il passo fu breve perché il simpatico e amabile Ulisse Panico, fondatore e capogruppo, acclamato poi all’unanimità Presidente Onorario nel 1989, aveva il carisma del leader e la capacità di convincere molti amici appassionati di elettronica a frequentare i corsi che subito dal 1968, furono organizzati per
il conseguimento della patente di radio operatore. Nel 2017 la sezione ha festeggiato 50 anni. Ancora oggi la sezione è attiva e continua nel suo percorso di formazione per i nuovi radioamatori, serate a tema, mostre scambio, esercitazioni di radiolocalizzazione, radioemergenza per
la protezione civile e molto altro
.

I commenti sono chiusi.