Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 settembre - Aggiornato alle 08:25

La confraternita del Sant’Anello ha un nuovo consiglio: i nomi e le prossime tappe

Il 12 settembre il rito alla cattedrale di San Lorenzo per le celebrazioni della Madonna delle Grazie

Ricostituita nel 2016, la quattrocentesca Venerabile Confraternita del Santissimo Sacramento, di San Giuseppe e del Sant’Anello della cattedrale di San Lorenzo di Perugia, all’inizio del nuovo anno pastorale e in vista della festa diocesana della Madonna delle Grazie del prossimo 12 settembre, ha rinnovato il suo Consiglio. L’assemblea dei confratelli, composta in gran parte da giovani, si è riunita lo scorso 7 settembre, rieleggendo alla carica di priore l’avvocato Roberto Tittarelli. Gli altri componenti del Consiglio sono: Tommaso Vicarelli, vice priore; Francesco Tugliani, camerlengo; Fabio Ercoli, segretario; Federico Poggianti, provveditore; don Riccardo Pascolini, cappellano; don Simone Sorbaioli, custode.

Approfondimento L’assemblea, nel dettare le linee del prossimo triennio del suo Consiglio, si è richiamata alle finalità principali della stessa Confraternita, tra cui la promozione di opere di carità, la diffusione di una maggiore venerazione del Santissimo Sacramento, della cultura della famiglia e della conoscenza della storia del Sant’Anello, reliquia ritenuta dalla pietà popolare l’anello con cui la Beata Vergine Maria fu sposata a san Giuseppe. La Confraternita ha sede nella suggestiva sala del “Sant’Anello” del complesso della cattedrale e suo prossimo appuntamento è la “calata del Sant’Anello”, nel giorno della festa diocesana della Madonna delle Grazie, sabato 12 settembre, alle ore 10.30. Nell’occasione si terrà il rito della vestizione di un nuovo membro della Confraternita, Emanuele Pettini. Al termine dell’Assemblea, i confratelli sono stati ricevuti dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti. Il presule ha avuto per tutti parole di gratitudine e di incoraggiamento per il servizio svolto alla Chiesa diocesana, affidando la loro opera alla protezione della Beata Vergine Maria delle Grazie.

I commenti sono chiusi.