Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 24 ottobre - Aggiornato alle 11:33

Il ‘Rigoletto’ da «scacco matto» del Lirico sperimentale conquista Spoleto: le repliche al Teatro nuovo

Applausi per l’opera di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, con una messa in scena originale ideata da Maria Rosaria Omaggio

Rigoletto al Teatro nuovo di Spoleto

di D.N.

Lunghi e calorosi gli applausi del pubblico presente venerdì sera alla prima di Rigoletto al Teatro Nuovo di Spoleto, in replica sabato 19 settembre, alle ore 20.30, e domenica 20 settembre, alle ore 17. L’opera di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, conquista il pubblico spoletino e quello proveniente da tutta Italia con una messa in scena originale ideata dalla regista e celebre attrice Maria Rosaria Omaggio. Un Rigoletto giocato come se fosse una partita a scacchi, con tanto di torre nera (Il Duca di Mantova) che, dopo aver “fatto mangiare” la regina bianca (Gilda) dall’alfiere nero (Sparafucile), fa scacco matto al re bianco (Rigoletto), vincendo così la partita.

Come una partita a Scacchi La vicenda di Rigoletto più che della vittoria del Duca racconta della tragica sconfitta di colui che dà il nome all’opera stessa e in questo allestimento scenico ciascun personaggio è caratterizzato come un pezzo degli scacchi, proprio in quest’ottica. La partita è stata resa possibile grazie alla consulenza amichevole dei maestri degli scacchi Paolo Andreozzi e Roberto Cassano, Istruttori Nazionali della Federazione Scacchistica Italiana, e gli scacchi d’epoca di Massimiliano De Angelis, presidente Associazione Scacchisti Italiani. Colpiscono dello spettacolo le immagini video proiettate in scena, attentamente curate e selezionate da Mino La Franca, i costumi in bianco e nero di Clelia De Angelis e le luci di Eva Bruno.

Parla la regista «Sono ancora emozionata per la prima, per quella che ci sarà stasera e per quella di domenica – commenta la regista Maria Rosaria Omaggio – sono consapevole di aver chiesto molto ai ragazzi, muoversi come uno scacco, ma interpretare un personaggio con una gestualità è difficile, ed era anche tra il pubblico l’esperto scacchista. Sono emozionata e orgogliosa di tutti loro: evviva il Teatro Lirico Sperimentale!».

Spettacolo in sicurezza Ottima la direzione del maestro Marco Boemi che ha guidato un palcoscenico sì affollato, ma ben distanziato in linea con le vigenti normative. Per poter andare in scena con questo nuovo allestimento, infatti, è stato imposto l’O.T.Li.S orchestra del Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli” di suonare sul palcoscenico, incorniciando i cantanti solisti disposti sulla scacchiera, insieme al coro del Teatro Lirico Sperimentale e la banda sullo sfondo.

Voci in scena Convincenti e di ottima presenza scenica anche le voci presenti in scena, selezionate tra i vincitori di diverse edizioni del Concorso “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” e cantanti scritturati per l’occasione: molto bene Nicola Di Filippo nei panni de Il Duca di Mantova, Luca Bruno come Rigoletto e Vittoria Magnarello interprete di Gilda; poi Ferruccio Finetti (Sparafucile), Silvia Alice (Maddalena), Chiara Boccabella (Giovanna/La Contessa di Ceprano), Giordano Farina (Il Conte di Monterone), Alfred Ciavarrella (Marullo); Andrea Vincenti (Borsa Matteo), Alberto Crapanzano (Il Conte di Ceprano), Amedeo Testerini (Usciere di corte) e Klara Luznik (Paggio della Duchessa). In scena con loro Lucia Cittadoni, Diletta Masetti e Giorgia Teodoro.

Spettacoli e biglietti I biglietti sono disponibili presso le rivendite Ticket Italia (a Spoleto Box 25-Piazza della Vittoria, 25) e presso il botteghino del Teatro Nuovo di Spoleto sabato 19 settembre dalle ore 16 a inizio spettacolo e domenica 20 settembre dalle ore 15.30 fino a inizio spettacolo. Biglietti di platea, posto in palco di platea € 25 (ridotto under 26/over 65 € 20); Posto palco I, II e III ordine € 15 (ridotto under 26/over 65 € 10). Sono esclusi i diritti di prevendita. Per informazioni: 338.8562727 oppure sul sito www.ticketitalia.com e www.tls-belli.it. Gli organizzatori ricordano che è necessario presentarsi in teatro muniti di mascherina almeno 45 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, al fine di poter effettuare le rilevazioni previste dalle disposizioni anti Covid-19.

Stagione La Stagione lirica regionale 2020 prosegue con ‘La prova di un’opera seria’, musica e libretto di Francesco Gnecco, direzione musicale Luca Spinosa, regia Gabriele Duma, costumi Clelia De Angelis. Con i cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli”: a Bevagna Teatro Torti (lunedì 21 e martedì 22 settembre – ore 21), a Spello Teatro Subasio (mercoledì 23 e giovedì 24 settembre – ore 21), Montefalco Complesso Museale di San Francesco (venerdì 25 e sabato 26 settembre – ore 21).

I commenti sono chiusi.