mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 22:38

Guardare l’Umbria sotto «un’altra luce»: mostra-omaggio alla vitalità della regione post terremoto

Dieci foto di grande formato di luoghi culturali significativi della regione per l’anteprima del progetto ‘Scoprendo l’Umbria’ dedicato «ad una terra straordinaria che sa reagire al sisma»

scoprendo l'umbria luce
Orvieto, Chiesa di Sant'Agostino

di Dan. Nar.

L’Umbria agli eventi sismici del 2016 reagisce con la luce, attraverso l’esplorazione e la valorizzazione della regione con un nuovo punto di vista. Un nuovo sguardo su musei, chiese e luoghi significativi alla ricerca dell’inaspettato. La città di Orvieto così presenta dal 12 agosto al 18 settembre l’anteprima del progetto ‘Scoprendo l’Umbria: Luce’, realizzato dalla Regione Umbria e prodotto da Sistema Museo, che fa seguito a quello dello scorso anno con la mostra ‘Tesori della Valnerina’ a Spoleto. Il progetto ‘Scoprendo l’Umbria’ ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale umbro. La mostra ‘Luce’, allestita nello storico Palazzo del Sette, si compone di dieci foto di grande formato con suggestive immagini dai musei e luoghi culturali della regione.

Inaugurazione Palazzi storici, musei, conventi e luoghi significativi sono (ri)scoperti a luci spente. Le luci sono puntate, di giorno e di notte, sui protagonisti del progetto: tutti quei luoghi meno conosciuti del sistema dei beni culturali dell’Umbria, ma che di per sé costituiscono parte integrante di un territorio e delle sue città diventando, di fatto, un bene culturale diffuso. L’inaugurazione si terrà sabato 11 agosto alle ore 18 nello stesso palazzo presso la Sala del Governatore, alla presenza del sindaco di Orvieto Giuseppe Germani, dell’assessore alla cultura Alessandra Cannistrà, del presidente di Sistema Museo Gianluca Bellucci e del fotografo Marco Giugliarelli, autore degli scatti.

Mostra Ciò che sarà possibile ammirare nella mostra di Orvieto è l’anteprima di una campagna fotografica che la Regione Umbria sta realizzando in questi mesi in diverse città, alla scoperta di luoghi culturali rappresentativi della storia e dell’arte di una regione straordinaria. Nelle terre di Giotto, Signorelli, Perugino e Burri ogni museo diventa testimone del legame tra comunità e territorio. Con oltre 170 tra musei, ecomusei e siti archeologici, la significativa rete museale regionale è lo strumento principale per conoscere le città, i borghi e il paesaggio dell’Umbria. ‘Scoprendo l’Umbria’ è quindi un invito ad immergersi in centinaia di proposte e curiosità in grado di suscitare emozioni intense in chi le vive.

Palazzo dei Sette La mostra ad Orvieto, ad ingresso libero, è anche l’occasione importante per il rilancio di Palazzo dei Sette come sede espositiva privilegiata per linguaggi innovativi e contemporanei. «Palazzo dei Sette è il fulcro dell’offerta culturale di Orvieto – sottolinea l’assessore alla cultura Alessandra Cannistrà – e dopo l’esperienza mirata della mostra dedicata a UJW#25, riattiviamo ora con questa mostra le sue potenzialità, espresse fino ai primi anni 2000 da mostre di livello. Palazzo dei Sette, insieme alla Torre del Moro, è da sempre anche centro di espressività e aggregazione della vita sociale. Riteniamo fondamentale che la Città si riappropri di questo spazio come luogo di comunità. Siamo lieti che la Regione Umbria abbia scelto Orvieto per ospitare l’anteprima di questo interessante progetto di valorizzazione. La mostra ‘LUCE’ è stata realizzata in partnership con gli attuali gestori dell’adiacente Torre del Moro, la società Sistema Museo e la Cooperativa Luigi Carli, che sono determinati a condividere il rilancio di questo asset orvietano».

Info Ad Agosto la mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20; a settembre aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19; Ingresso libero. Informazioni: Sistema Museo Call center 0744 422848 (aperto da lunedì a venerdì 9-17, sabato 9-13 festivi esclusi); Torre del Moro 0763 344567- [email protected]; www.sistemamuseo.it.

I commenti sono chiusi.