Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 28 ottobre - Aggiornato alle 10:23

Giornate europee del Patrimonio, anche in Umbria numerosi eventi: ‘Imparare per la vita’

Un programma d’iniziative volte alla valorizzazione del patrimonio artistico e archeologico regionale

La Necropoli etrusca del Crocifisso del Tufo di Orvieto

di Dan. Nar.

In occasione delle ‘Giornate Europee del Patrimonio 2020 – Imparare per la vita’, sabato 26 e domenica 27 settembre 2020, gli istituti della Direzione regionale musei dell’Umbria presentano un programma d’iniziative volte alla valorizzazione del patrimonio artistico e archeologico regionale. E non solo. Il 25-27 settembre appuntamenti anche alla Galleria Nazionale dell’Umbria. Al centro pure fossili, acqua e archeologia industriale, con il Trasimeno che riscopre le sue radici: per le Giornate europee del patrimonio, sette eventi tra Castiglione, Piegaro, Paciano e Polvese.

Gubbio A Palazzo ducale di Gubbio, sabato 26 settembre (ore 16.30) #puntidivista. A spasso con il Direttore tra le sale del Palazzo. Visita guidata del Palazzo in compagnia della direttrice Paola Mercurelli Salari; ore 21.30: Leonardo Catalano, Per distrar la morte: cicli pittorici tra guerre e epidemie. Colonna sonora dal vivo: Alessandro Pellegrini e Daniele Gabrielli. Lezione spettacolo inserita nel programma dell’edizione 2020 del Festival del Medioevo. Domenica 27 settembre, ore 16.30, #puntidivista. A spasso con il Direttore tra le sale del Palazzo. Visita guidata del Palazzo in compagnia della direttrice Paola Mercurelli Salari. Prenotazione: 075 9265872 o 075 922 0693 – [email protected] Teatro romano e Antiquarium di Gubbio: “L’Archeologia nascosta. I reperti della necropoli della Vittorina”. Esposizione straordinaria del materiale proveniente dalla necropoli della Vittorina (in collaborazione con la Sabap Umbria). Apertura serale fino alle 22. Prenotazione al numero 075 922 0992.

Orvieto Necropoli etrusca di Crocifisso del Tufo, sabato 26 settembre, ore 15.30: “Le antiche gentes di Orvieto”, parte I, le iscrizioni. Visita guidata alla scoperta degli antichi abitanti della città, attraverso le iscrizioni dei proprietari delle tombe e i loro corredi esposti al Museo. Apertura serale fino alle 22. Domenica 27, ore 16: “Sotto la Rupe. Mario Bizzarri e la scoperta di Crocifisso del Tufo”, un appuntamento speciale con la storia della scoperta della necropoli raccontata dal figlio, l’archeologo Claudio Bizzarri. Durante la giornata e la serata sarà di nuovo visitabile l’Antiquarium della necropoli dedicato a Mario Bizzarri, in cui sono esposti i materiali dei recenti scavi. Prenotazione al numero 0763 343611. Museo archeologico nazionale di Orvieto, sabato 26 settembre, ore 17.30: ‘Le antiche gentes di Orvieto, parte II, i corredi’. Visita guidata alla scoperta degli antichi abitanti della città, attraverso le iscrizioni dei proprietari delle tombe e i loro corredi esposti al Museo. Dalle ore 18 fino alle 22 in occasione dell’apertura serale, il museo ospita l’evento #live museum, l’artista Massimo Boccardini esegue dal vivo acquerelli ispirati ai capolavori del museo di Orvieto e esposizione delle opere già realizzate dall’artista in occasione della campagna #lartetisomiglia. Domenica 27, ore 15.30 e ore 17.30: “Avele Methienas, un etrusco a Orvieto”, proiezione del video dell’apertura della tomba di Avele Methienas della Necropoli di Crocifisso del Tufo ed esposizione di parte dei materiali di corredo. Prenotazione al numero 0763 341039

Perugia Museo archeologico nazionale dell’Umbria, sabato 26 settembre (ore 9-13): La Biblioteca del MANU e la Sala Polivalente, visite accompagnate a cura del personale; ore 17: presentazione del Libro “Arco Etrusco”, a cura di Luana Cenciaoli, Massimo Mariani, Maria Cristina Timpani, in collaborazione con Associazione Velimna, Società Bibliografica Toscana. A seguire visita guidata alla mostra “L’Arco Etrusco. Incisioni tra XVI e XIX secolo”. Ore 20: Vorrei scrivere in tratti di fuoco “Guerra e Pace”. Ritratti sonori a cura di Andrea Baracco. Sonorizzazione Giacomo Vezzani, coordinamento drammaturgico Andrea Baracco e Caroline Baglioni per Teatro Stabile dell’Umbria. Domenica 27 (ore 9-13): La Biblioteca del MANU e la Sala Polivalente, visite accompagnate a cura del personale. Prenotazione al numero 075 5727141; ore 17: inaugurazione mostra “Orfeo, il canto e l’incanto” a cura delle Grimm Twins. Ipogeo dei Volumni, sabato 26 settembre (ore 14.30-18.30): visita guidata ai depositi a cura del personale; ore 18.30-21.30: visita guidata all’Antiquarium della Necropoli del Palazzone a cura del personale. Domenica 27 settembre, ore 9-13: visita guidata ai depositi e all’Antiquarium a cura della direttrice Maria Angela Turchetti e del personale. Prenotazione al n. 075 393329 – 075 397969. Villa Colle del Cardinale, domenica 27 settembre, dalle ore 10 “Presentazione dei Bee Hotels” (case costruite per accogliere gli insetti impollinatori) presso la Limonaia della Villa, progetto in collaborazione con Amici Monti del Tezio. Intervengono Tiziana Biganti già direttrice della Villa, Lino Gambari e Valeria Loreti Ass.ne Monte del Tezio, Andrea Margaritelli, Anna Maria Russo Istituto Italiano del Design, Tiziano Gardi Università degli Studi di Perugia. A seguire piccolo rinfresco offerto dall’Associazione Monti del Tezio. Prenotazione obbligatoria 3482543906 o 3387033008.

Spoleto Museo archeologico nazionale e Teatro romano di Spoleto. Sabato 26 settembre, ore 17: Dai depositi.. 2 reperti. Alla scoperta dello straordinario patrimonio “non visibile” dei depositi del museo. Presentazione del primo reperto e visita guidata tematica per raccontarne la storia, il significato, la riscoperta archeologica e l’importanza che rappresenta per il territorio di Spoleto. Apertura serale fino alle 22.30. Domenica 27 settembre, ore 11: presentazione del secondo reperto, un importante rinvenimento legato alla storia della città; a seguire visite guidate a cura del Direttore Silvia Casciarri e del personale. Prenotazione al numero 0743 223277; email [email protected] Rocca Albornoz e Museo del Ducato di Spoleto, sabato 26 settembre (ore 15 – 16 – 17): esclusive visite guidate ai camminamenti difensivi, apertura serale straordinaria fino alle 22.30 della fortezza e del Museo nazionale del Ducato di Spoleto. Durante la serata sarà possibile partecipare anche alle visite guidate ai percorsi difensivi al tramonto alle ore 19.15 – 20.00 – 20.45 e a seguire a un’eccezionale passeggiata tra i capolavori del museo condotta a più voci da Sonia Comessatti, Sara Ragni e Lucia Tardocchi: Alla Rocca l’arte (ha)a più voci). Domenica 27 settembre, ore 15-16-17: visite guidate ai camminamenti difensivi. Prenotazione al numero 0743.224952.

Terni Area archeologica. Sabato 26 settembre: Il fascino di una città romana, visite guidate e apertura serale fino alle 22.30: “Percorso al lume di torcia” suggestiva visita guidata in notturna con l’utilizzo di torce. Domenica 27 settembre, ore 16.30: visita guidata all’area degli scavi, a cura di Astra Onlus, sulle nuove indagini e scoperte di quella parte di Carsulae che ha ancora molto da raccontare. Prenotazione al numero 0744 333074; [email protected] Inoltre l’Archivio di Stato di Terni apre al pubblico con “Gli archivi ispirano la scuola“. Sabato 26 settembre nella sede di Palazzo Mazzancolli dalle ore 16 alle ore 20 saranno mostrate testimonianze di esperienze educative e formative attraverso i video realizzati dalle scuole con materiale d’archivio. Ma non è tutto: un altro suggestivo appuntamento è ad Acquasparta  dove domenica 27 settembre è in programma un’iniziativa speciale: l’itinerario guidato al Centro esperienziale di Palazzo Cesi. Un percorso immersivo e multimediale, unico nel suo genere, che come tale catturerà i visitatori e li condurrà al cospetto di Federico Cesi, dei membri dell’Accademia dei Lincei e di Galileo Galilei.  Le loro esperienze, i legami di amicizia, gli esperimenti e l’importanza del metodo scientifico applicato agli studi: del territorio, della vegetazione, degli insetti, ma anche del cielo, delle stelle e dei pianeti. Un’esperienza eccezionale da non perdere, che sarà possibile effettuare negli orari di apertura del palazzo (dalle h.11:00 alle h. 13:00 e dalle h. 15:30 alle h.18:30) al costo del solo ticket d’ingresso. Evento a cura dell’Associazione Acqua, in collaborazione con il Comune di Acquasparta e con il supporto della società Euromedia di Terni.

Galleria Nazionale dell’Umbria Il tema delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 si presta a una lettura generazionale: imparare per la vita, infatti, implica conoscere il passato, le sue declinazioni nel presente e le sue potenzialità per il futuro. Per questo la Galleria nazionale dell’Umbria è andata alla ricerca di alberi genealogici nascosti tra le opere, abbiamo invitato voci da far dialogare, abbiamo ideato mondi da costruire. Quattro gli appuntamenti per raccontare tutto questo. Venerdì 25 settembre, apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 23.30 (ultimo accesso alle 22.30): Visita guidata ‘Lessico familiare: botteghe, tradizioni e radici’. Due turni: il primo alle 20.30, il secondo alle 21.45, attività gratuita previo acquisto del biglietto di ingresso con prenotazione obbligatoria: [email protected].it, tel. 075 58668436 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 15). Sabato 26 settembre, ore 17, sala conferenze: Per fare un albero ci vuole… una storia! Un inedito talk di confronto, di condivisione, di racconti e di storie: protagonisti saranno Vittoria Garibaldi, Gianfranco Faina e Antonio Brizioli. La partecipazione è gratuita è necessaria la prenotazione (saranno ammesse 20 persone): [email protected], tel. 075 58668436 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 15). Sabato 26 settembre, apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle 21.30) al costo simbolico di €1. Grazie alla presenza, all’interno della mostra ‘Reflected. Brian Eno’, di un albero genealogico di Tom Phillips From Raphael to Eno, ripercorreremo l’illustre discendenza di Brian Eno, fino ad arrivare a Raffaello: e da Raffaello torneremo alla luce, grazie al percorso tra le lightbox. Le visite accompagnate si svolgeranno in gruppi da 8 persone sulla base di orari che vanno dalle 19.30 alle 21.30. Attività gratuita previo acquisto del biglietto di ingresso. La prenotazione per la partecipazione è obbligatoria (saranno ammesse un massimo di 8 persone): [email protected], tel. 075 58668436 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 15). Domenica 27 settembre, ore 17, ‘Per fare una luce ci vuole una scatola’ (laboratorio didattico 7-12 anni). Grazie alle tre installazioni di Brian Eno i ragazzi scopriranno forme, passaggi di colori e suoni in dialogo con i capolavori di Piero della Francesca, Beato Angelico e Perugino. Attività gratuita previo acquisto del biglietto di ingresso. I ragazzi fino ai 18 hanno diritto al biglietto omaggio. Prenotazione entro il 26 settembre: [email protected], tel. 075 58668436.

Trasimeno Dalla miniera di lignite di Pietrafitta all’ex aeroporto “Eleuteri”, passando per le bellezze naturalistiche di Isola Polvese, i percorsi dell’acqua di Paciano, e le memorie industriali e della cultura popolare di Castiglione del Lago. Il prossimo fine settimana il Trasimeno riscopre i propri valori e identità in occasione delle “Giornate europee del Patrimonio”. Sono sette le “passeggiate patrimoniali”, tra Castiglione del Lago, Isola Polvese, Pietrafitta (Piegaro) e Paciano, promosse dalla neonata associazione “Faro Trasimeno”, nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 settembre. Itinerari insoliti per “far conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale condiviso e incoraggiare la partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni”. Si tratta per Faro Trasimeno della sua prima “uscita pubblica” dopo la costituzione nel luglio scorso. Per questo motivo, in apertura delle due giornate, sabato alle ore 10 a Palazzo Corgna di Castiglione del Lago si terrà un incontro di presentazione del progetto. Vi prenderanno parte tra gli altri la viceministra Marina Sereni, Leandro Ventura (direttore ICPI – Ministero dei beni e delle attività culturali), Giovanni Pizza (direttore della Scuola di specializzazione in beni demoetnoantropologici) e Massimo Bottini (presidente di “Faro Trasimeno”). Per informazioni e prenotazioni: www.farotrasimeno.org; [email protected]; 333.1253900.

I commenti sono chiusi.