mercoledì 21 agosto - Aggiornato alle 00:33

«Figuratevi» raddoppia: prima di Perugia il festival sbarcherà nella Valnerina terremotata

L’evento dedicato a bambini e famiglie sarà a Norcia e negli altri territori colpiti dal 18 al 25 agosto

Un momento dell'edizione 2018

È stata presentata a Perugia l’edizione 2019 del Festival, dedicato ai bambini e alle famiglie, «Figuratevi di essere bambini». «Il fatto che stiamo presentando la 32esima edizione del festival – ha sottolineato l’assessore alla cultura del Comune di PerugiaLeonardo Varasano – è la rappresentazione migliore di quanto sia longevo questo evento che ci accompagna da tempo e al quale teniamo molto per diverse ragioni. La principale è che diffonde messaggi educativi importanti consentendo ai bambini di giocare e divertirsi in modo sano». L’assessore ha ricordato che per la prima volta nella sua storia il Festival esce dalla città di Perugia per approdare in un’area segnata dalle ferite del terremoto come quella della Valnerina: «Un viaggio ideale per lanciare un messaggio di grande rilievo, ossia per porre l’accento sull’importanza della ricostruzione in una parte della nostra regione di cui si è parlato tanto nell’imminenza del sisma ma che oggi rischia di essere dimenticata».

Le date La rassegna comincerà con una edizione speciale in Valnerina, dal 18 al 25 agosto, coinvolgendo numerosi comuni del cratere sismico, e si concluderà il 24 e il 25 agosto a Norcia con una grande festa. Il festival continuerà, come nella tradizione ormai consolidata a Perugia, il 29 agosto in centro storico e poi dal 30 agosto al primo settembre al percorso Verde di Pian di Massiano. «Si tratta – spiega una nota il Comune – di una delle più importanti manifestazioni per bambini, ragazzi e famiglie che si svolge in Italia e in Europa; un evento che rende l’infanzia protagonista di giornate di gioco, ma si propone anche di lanciare dalle terre della Valnerina e dall’Umbria un messaggio ideale legato al futuro.

I commenti sono chiusi.