Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 17:42

‘E ti vengo a cercare’, Franco Battiato secondo Andrea Scanzi: a Spoleto il fortunato spettacolo-omaggio

Voli imprevedibili ed ascese velocissime del maestro della musica italiana. Sul palco dello Spazio Collicola anche Gianluca Di Febo

 

Andrea Scanzi (foto Puccini)

Arriva anche a Spoleto il fortunato reading musicale “E ti vengo a cercare: voli imprevedibili ed ascese velocissime di Franco Battiato”, spettacolo scritto e narrato da Andrea Scanzi con esecuzioni e interpretazioni musicali di Gianluca Di Febo. L’appuntamento, organizzato da Athanor Eventi in collaborazione con il Comune di Spoleto, è in programma sabato 6 agosto allo Spazio Collicola di Spoleto (ore 21,15, prevendite attive su ticketitalia.com). Lo spettacolo fa parte della rassegna “Accadde d’estate” promossa dal Comune.

Scanzi e Di Febo Franco Battiato è stato un rivoluzionario in servizio permanente della musica italiana. Ha vissuto mille volte, reinventandosi ogni volta. Sperimentatore, mistico, pioniere. Originale e inquieto, lirico e pop, alto e (apparentemente) basso. Uno dei più grandi artisti italiani. Il giornalista e scrittore Andrea Scanzi, già autore a teatro di spettacoli analoghi su Giorgio Gaber, Fabrizio De André, Ivan Graziani e Pink Floyd, ne ripercorre la carriera con particolare attenzione al (lungo) periodo d’oro che va da “L’era del cinghiale bianco” a “Gommalacca”, senza però dimenticare le sperimentazioni degli esordi e al tempo stesso gli ultimi lavori discografici, le cover e le tante collaborazioni. Accanto a lui, a cantare e suonare alcuni dei brani più significativi di Battiato, Gianluca Di Febo, leader dei Terza Corsia e dei Floyd On The Wing (sul palco con Scanzi anche nello spettacolo Shine On dedicato ai Pink Floyd). Nello spettacolo ci sarà anche Battiato stesso, grazie a foto e a video che contrappunteranno il racconto. “E ti vengo a cercare” è una maniera garbata per raccontare, e ringraziare, un gigante che ci ha insegnato com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire.

I commenti sono chiusi.