sabato 4 aprile - Aggiornato alle 19:22

Dantedì: voci, volti, immagini e musica dalla Galleria nazionale e dal Teatro Stabile per Dante

Le attività dedicate al poeta e alla sua Divina Commedia, per la giornata nazionale del 25 marzo, saranno pubblicate sui social delle due istituzioni culturali umbre

Dantedì

di Dan. Nar.

Mercoledì 25 marzo, data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia, si celebrerà per la prima volta il Dantedì, la giornata dedicata a Dante Alighieri recentemente istituita dal Governo. La Galleria Nazionale dell’Umbria, in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, renderà omaggio al sommo poeta, simbolo della cultura e della lingua italiana, attraverso voci e volti, raccontando versi e immagini dal fascino eterno. Teatro stabile che in autonomia, inoltre, ricorda Dante sui propri canali social anche con un suggestivo contributo di Monica Guerritore.

Parole, musica e voci «In un momento difficile come quello che si sta vivendo è necessario più che mai cercare relazioni che uniscano»: così la Galleria nazionale annuncia l’iniziativa dopo aver chiesto al Teatro Stabile dell’Umbria di costruire insieme «un’iniziativa che possa coinvolgere tutti, che possa far riscoprire i valori universali danteschi attraverso la commistione di arti diverse e la condivisione di un’idea di bellezza e di poesia veicolata con ogni strumento, anche con quelli digitali, perché universale e capace di parlare una lingua comune a tutti». Per questo le pagine social della Galleria (Facebook, Instagram, Twitter), il canale YouTube e l’ultimo arrivato profilo Spotify il 25 marzo dalle ore 7 si animeranno di immagini, parole, musica, voci dedicate all’Alighieri. Le 12.30 saranno l’orario di punta: grazie alla collaborazione del direttore del Teatro Stabile dell’Umbria, Nino Marino, l’attrice Luisa Borini reciterà l’Inno alla Vergine del XXXIII canto del Paradiso. «Abbiamo scelto questo canto – spiega il direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, Marco Pierini – tra i più belli e più emotivamente coinvolgenti, nonostante il raffinato impianto teologico che lo sostiene, anche per ricordare che il 25 marzo è la data dell’Annunciazione. Non a caso l’inizio del viaggio di Dante coincide con questa ricorrenza (al tempo anche primo giorno dell’anno), dato il ruolo cardinale della Vergine all’interno della Commedìa. E ringrazio Nino Marino per aver accolto il nostro invito a dare una voce a un canto di speranza: Luisa Borini è l’interprete perfetta, sia per potenza performativa, sia per delicata eleganza». Così invece commenta Marino: «In questa fase così complessa bisogna farsi guidare dal valore della reciprocità. In quanto direttore dello Stabile dell’Umbria ho accolto con gioia l’invito della Galleria Nazionale, con l’idea che la sinergia e la complicità tra i cittadini, ma anche tra le istituzioni, rappresentino lo strumento fondamentale per superare insieme il momento che stiamo vivendo». L’appuntamento è quindi per mercoledì 25 marzo sulle pagine social, sul canale YouTube e sul profilo Spotify della Galleria nazionale con gli gli hashtag ufficiali #Dantedì e #IoleggoDante: le celebrazioni andranno avanti per tutta la giornata, grazie a pillole dalla collezione, a una playlist dedicata, a letture e a tante altre sorprese.

Guerritore legge Dante Il Teatro Stabile dell’Umbria ricorderà inoltre il sommo poeta anche sui propri canali social con il contributo di una delle attrici più acclamate e richieste della scena italiana, Monica Guerritore. A partire dalle ore 12 del 25 marzo saranno pubblicati due video girati dal vivo durante la rappresentazione di ‘Dall’inferno… All’infinito’, spettacolo che ha aperto le giornate della lingua italiana 2015 all’Accademia della Crusca e che, prima della sospensione, sarebbe dovuto andare in scena al Centro di Valorizzazione di Norcia, venerdì 6 marzo, al teatro della Filarmonica di Corciano, sabato 7 marzo e al teatro Caporali di Panicale domenica 8 marzo. Nel primo video Monica Guerritore dà voce al Primo Canto della Divina Commedia, nel secondo al magnifico canto dell’Inferno in cui viene rappresentata la figura del Conte Ugolino. La Guerritore – fa sapere lo Stabile – lascia trapelare anche il desiderio di poter regalare, appena possibile, lo spettacolo ‘Dall’inferno… All’infinito’ al pubblico umbro con una rappresentazione aperta al pubblico nella città di Perugia. Dante è il simbolo della cultura e della lingua italiana, ricordarlo anche in questo modo sarà un’altra occasione per unire ancora di più il Paese in questo momento difficile, condividendo versi dal fascino senza tempo. Anche qui gli hashtag ufficiali sono #Dantedì e #IoleggoDante.

I commenti sono chiusi.