giovedì 27 giugno - Aggiornato alle 02:26

Dalle visite guidate al convegno: a Panicale una giornata per salvare Mongiovino

Sabato a partire dalla mattina le iniziative organizzate dalle associazioni del territorio. Sarà presentato un progetto di restauro

Il santuario di Mongiovino

Dal trekking alle visite guidate fino al convegno, il tutto con lo scopo di riportare l’attenzione sul complesso monumentale di Mongiovino, a Panicale, che deve essere recuperato e riqualificato. A organizzare la giornata di sabato, ricca di iniziative, sono l’Associazione culturale Mongiovino – Valnestore e le Confraternite in Mongiovino. Le associazioni si porranno l’attenzione in particolare sul complesso monumentale adiacente il santuario, che versa in pessime condizioni e necessita di una doverosa risistemazione, proponendo al pubblico e alle autorità un progetto di restauro e riqualificazione dello stesso, solo in minima parte attuato.

La giornata L’appuntamento è alle 8.45 nell’area verde adiacente al santuario, dove inizierà un percorso di trekking ad anello, di circa 10 chilometri, che si inserisce nel più ampio progetto di trekking escursionistico «I sentieri del Perugino nelle Terre del Marchese», curato dalle associazioni Tavernelle Cammina, L’Olivo e la Ginestra, L’Anello del fiume d’oro e il gruppo ecologista «Il Riccio». Nel pomeriggio, alle 15.30, gli alunni della scuola primaria, «Apprendisti Ciceroni per un giorno», guideranno i visitatori all’interno del Santuario per scoprirne l’inestimabile valore artistico.

Luogo del cuore Il Santuario è stato infatti di recente inserito nei Luoghi del Cuore del Fai, grazie alla mobilitazione del territorio e alla collaborazione con il Fondo ambiente italiano, in particolar modo con la delegazione del Trasimeno. La giornata prosegue alle 16 con il convegno «Il Santuario di Mongiovino: storie di santi, uomini e luoghi», in cui si parlerà delle principali vie di pellegrinaggio presenti in Umbria, a partire dall’antichità fino al moderno escursionismo. Gli interventi del Fai e di Italia Nostra, riporteranno luce sul valore storico-artistico e turistico del santuario.

I commenti sono chiusi.