Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 22 gennaio - Aggiornato alle 10:46

Dalla Scarzuola al tesoro dei Templari, dintorni di Terni in ‘Città misteriose’

La città ideale di Tomaso Buzzi, la foresta fossile di Dunarobba e la suggestione di Ferentillo in una serie su Prime video

Foto Marta Rosati

di M. R.

Luoghi ricchi di storia, cultura, spazi che celano segreti, avvolti da mistero, segnati da messaggi difficili da decifrare, preziosi gioielli d’arte, archeologia, esoterismo e scienza, sono quelli sparsi per tutto lo Stivale, quelli che, solo in parte, sono raccolti in una serie documentario del 2015, disponibile su Prime video, in dieci episodi da 22 minuti ciascuno. Non manca la puntata dedicata all’Umbria.

‘Città misteriose’ Tutto ternano il focus proposto dalla serie ‘Città misteriose’ sul Cuore verde d’Italia (Regista: Luca Trovellesi Cesana; produttore esecutivo: Diego Corvaro, Beatrice Favazza; sceneggiatura: Daniela Pompei; produzione: Sydonia production; fotografia: Pietro Jesus Di Stefano, Daniele Martinis, Giorgio Di Stefano, Pietro Jesus Di Stefano): il viaggio inizia a Montegabbione, nell’incanto della Scarzuola (recentemente scelta da Gucci per uno spot) per proseguire nella foresta fossile di Dunarobba, ad Avigliano Umbro, tra gli alberi di circa 3 milioni di anni fa per terminare a Ferentillo, nella chiesa di San Mamiliano sulle tracce storiche dei Cybo e il tesoro dei Templari.

I commenti sono chiusi.