Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 agosto - Aggiornato alle 19:49

Dal golpe Borghese al caso Meredith, mezzo secolo di storia dell’Umbria in 100 delitti

In libreria il nuovo volume di Alvaro Fiorucci un puzzle che ricostruisce gli eventi seguendo una scia di sangue

È nelle librerie 100 delitti. L’Umbria in mezzo secolo di cronaca italiana, una raccolta di eventi ricostruiti da Alvaro Fiorucci per Morlacchi Editore. Per anni cronista di nera e giudiziaria, il giornalista propone una rilettura sintetica e critica di decine di fatti diversi, per natura e per genere, che hanno interessato l’Umbria dal 1970 ai giorni nostri. Fatti di cronaca nera e cronache giudiziarie che hanno superato i confini regionali per diventare oggetto di un interesse molto più ampio.

Puzzle di sangue In 100 delitti Alvaro Fiorucci racconta come nessun fenomeno abbia risparmiato e risparmi l’Umbria pur nella quasi totale assenza di una forte criminalità organizzata endogena e come sia una sorta di caratteristica l’esplodere improvviso, dopo lunghi periodi di latenza, di picchi di rilevanza nazionale e internazionale. Ecco allora che anche la semplice rilettura di accadimenti dalle difformi eziologia e sostanza diventa, tessera dopo tessera, la composizione di un unico mosaico che fotografa un lungo tratto della storia italiana.

Dal golpe Borghese a Maredith Dal tentativo di golpe del comandante Valerio Borghese del passato, al caso Meredith fino al presente delle infiltrazioni mafiose che puntano al tessuto economico e finanziario. La selezione degli episodi è una scelta necessariamente arbitraria dell’autore, che ha l’intento di porre l’attenzione su fatti di cronaca umbra, collegandoli inevitabilmente alla coeva storia italiana.

I commenti sono chiusi.