giovedì 18 ottobre - Aggiornato alle 11:16

‘Corciano festival’, arriva l’omaggio a Philip Roth con Luca Briasco per la sezione letteraria

Programma del 10 agosto: dopo il tributo al romanziere americano anche la messa scena dei componimenti del drammaturgo inglese Harlod Pinter

Philip Roth

di D.N.

Continuano le giornate di festa per il Corciano festival o 54° edizione dell’Agosto Corcianese all’insegna della musica, dell’arte e dell’enogastronomia di qualità. Il cartellone di venerdì 10 agosto, prende il via alle ore 18.30 nel Chiostro del Palazzo Comunale, con l’omaggio a Philip Roth: ‘Vi racconto Philip Roth. Non solo lamenti e pastorali: un viaggio nel Roth meno noto e forse ancor più grande’ è il titolo del nuovo appuntamento per la sezione letteraria del festival curata dallo scrittore perugino Giovanni Dozzini.

Omaggio a Roth Il romanziere americano, morto lo scorso maggio a ottantacinque anni, è stato con ogni probabilità la voce più significativa della letteratura d’Oltreoceano a cavallo tra ventesimo e ventunesimo secolo. A parlare di Roth e della sua opera ci sarà Luca Briasco, americanista, traduttore, a lungo editor di narrativa straniera per Fanucci ed Einaudi Stile Libero e adesso per Minimum Fax, autore tra le altre cose della raccolta critica sulla letteratura contemporanea statunitense Americana (Minimum Fax, 2016).

Pinter in scena Torna al Festival anche quest’anno Farneto Teatro con lo spettacolo ‘Sketches & Short Plays’ di Harold Pinter, in scena al Teatro della Filarmonica venerdì 10 e sabato 11 alle 21.30; il regista Maurizio Schmidt fa attraversare al pubblico quindici componimenti brevi del grande drammaturgo inglese: dai primi “revue sketches” giovanili e scanzonati sulla alienazione nel mondo del lavoro, passando per gli shorts di indagine psicologica della maturità, fino agli ultimi testi sulla violenza della globalizzazione o sulla forza della memoria. Si entrerà così nei meandri dell’atelier immaginario di Pinter, alla scoperta dei primi vagiti di personaggi poi sviluppati nei suoi testi maggiori. Il mondo di queste prove d’autore riflette il clima del suo teatro: un teatro della minaccia, un campionario delle paure dell’uomo contemporaneo che nel corso dei decenni si fanno sempre più politiche, ma anche uno spazio poetico e libero per giocare con le parole e le percezioni e trovare sintesi sorprendenti. Una sorta di ‘cabaret pinteriano’, sotto la spinta di un quartetto musicale e recitato da un gruppo poliedrico di attori e musicisti che restituiscono a Pinter tutti i colori e la profonda leggerezza che spesso nella pratica scenica il suo teatro ha perduto. In scena: Marco Sgrosso, Elisabetta Vergani e Gaetano Mongelli (voce e chitarra), Carlo Giammusso (voce e tastiera) Bruno Bassi (basso), Lorenzo Attanasio (batteria) (Tano e L’Ora d’Aria).

Giochi medievali Alle 21.30 in Piazza Coragino continuano i Giochi medievali popolari tra i Rioni del Castello di Corciano ed è la volta della disfida degli arcieri. A partire dalle 22.30 ai Giardini del Torrione di Porta Santa Maria l’apertura dell’Hostaria con una serata in onore del Dio Bacco a cura dei giovani corcianesi, elaborazione testi Chiara Nucci. Come ogni sera la Taverna del Duca proporrà i presidi Slow Food e le eccellenze dell’Umbria.

Mostre Al Corciano Festival proseguono anche le mostre. ‘Communitas et homines insignis oppidi curtiani. Il Corteo storico del Gonfalone: 50 anni in 50 immagini’ a cura di Alessandra Tiroli e Cinzia Verni, nella Sala dell’Antico Mulino, fino al 15 agosto. Fino al 16 settembre nella Chiesa-Museo di San Francesco, ‘L’Italia di Mezzo,
La Cartografia storica
del centro Italia dal XVI al XIX secolo’ a cura di Carla Cicioni e Piero Giorgi. Per tutta la durata del Festival il centro storico sarà inoltre arricchito dal percorso espositivo ‘Tra Arti e Mestieri’ composto da botteghe di arti e artigianato artistico curato da Cinzia Verni. Gli artisti: Simona Baldelli
ceramiche d’autore, BananaMama
sartoria creativa per i più piccoli, Cristina Biccheri
lavori in feltro; Adriana Bodrero
gioielli in vetro e oggetti design; La logheria
arti grafiche; Barbara Manferini pittrice; Rossana Pontoni scultura scacchiera; Diego Strappaghetti disegni punta secca. E ancora, all’Antiquarium sarà possibile visitare ‘Incontri tra culture’ a cura e di
Pietro Marchioni. Orario apertura mostre: giorni feriali 18-23, sabato e domenica 10-13/18-23.

Info Per informazioni e prenotazioni: Comune di Corciano, Ufficio Informazioni Turistiche Tel. 075/5188255 – 075/5188260, [email protected], [email protected] Associazione Pro Loco Corciano, www.prolococorciano.it. Sito internet: www.corcianofestival.it.

I commenti sono chiusi.