lunedì 26 agosto - Aggiornato alle 06:48

Città di Castello, la gestione del cinema va alla società dello Zenith di Perugia

di B.M.

Città di Castello avrà di nuovo una sala cinematografica. Il bando riguardante l’affido dell’Auditorium Sant’Antonio è stato vinto dai gestori del cinema Zenith di Perugia.

Ampliamento funzioni «Città di Castello potrà di nuovo contare su una programmazione cinematografica di qualità – ha annunciato il sindaco tifernate Luciano Bacchetta dando notizia dell’aggiudicazione provvisoria dell’Auditorium di Sant’Antonio alla società che attualmente gestisce il cinema Zenith di Perugia – Non potevamo rinunciare ad un presidio culturale così importante o affidarlo alle pur apprezzate iniziative che in modo non continuativo vengono proposte sia dalle associazioni che dai privati. L’ampliamento delle destinazioni dell’Auditorium di Sant’Antonio è stato il primo passo per trovare chi fosse interessato a riportare in modo stabile il cinema in città. Per l’Auditorium non si tratta di un uso improprio ma di un uso finalmente adeguato alle grandi potenzialità di questa struttura».

Nuova gestione E se il cinema sarà il nucleo dell’attività, per Riccardo Bizzarri, gestore del cinema-teatro Zenith, non mancheranno eventi e corsi di formazione «L’idea è quella di proporre una programmazione quotidiana, selezionando i film in relazione al target locale e di lavorare, insieme alle scuole, sulla grammatica cinematografica e sulle professioni legate a questa forma d’arte. Il cinema dunque come punto di partenza per dare vita ad un luogo di aggregazione anche per il pubblico più sfuggente alla dimensione della monosala. Apprezziamo la vivacità culturale di Città di Castello. Questa caratteristica è uno dei motivi che ci hanno spinto a proporci per il cinema: vorremmo quindi inserirci nel circuito delle associazioni per progetti vecchi e nuovi, valorizzando gli spazi anche esterni all’Auditorium, come Piazza Gioberti, per festival, rassegne tematiche, cineforum».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.