Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 18:47

Casa museo di Elia Rossi Passavanti, 500 firme sul tavolo del sindaco di Terni

Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi e Danilo Sergio Pirro: «La cultura è politica e la città ha fame di memoria»

Aprire la casa museo di Passavanti, militare, politico, storico, questa la richiesta per la quale sono state presentate al sindaco di Terni Leonardo Latini, 500 firme, sulla scia di quanto chiesto dal consigliere comunale di Terni civica Michele Rossi, con un atto di indirizzo risalente allo scorso novembre. «Abbiamo raccolto queste firme – dice lo stesso consigliere – affinché l’obiettivo si realizzi il prima possibile».

Passavanti «La casa museo – è stato detto al sindaco – deve nascere non solo per rispetto della volontà del Passavanti, ma deve rappresentare per la città di Terni un polo di cultura storica, umanistica, giuridica in linea con la formazione e gli studi dell’eroe ternano. Immaginiamo quindi un luogo di cultura di livello nazionale in rapporto con la casa di D’annunzio a Pescara, con il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera; dove il luogo museo sia di insegnamento di vita, di formazione per le nuove generazioni, e non un semplice spazio espositivo. Nell’adiacente Palazzo Carrara potrebbero essere esposti i documenti dell’archivio Passavanti, dando rilievo anche all’opera della moglie di Passavanti, Margherita Incisa di Camerana, crocerossina, e fra le poche donne a partecipare all’Impresa Fiumana. La cultura è politica, cioè politica di sviluppo del territorio. La città di Terni ha fame di memoria, ha bisogno, soprattutto in questo periodo di crisi, di ritrovare quei riferimenti della sua storia che l’hanno resa grande e le hanno dato quel ruolo di città di lavoro e di ingegno per i quali si è distinta in Italia e nel mondo». Allegato alla petizione l’atto di indirizzo del consigliere Michele Rossi (Terni Civica) che ha la stessa finalità e che è già stato votato favorevolmente dalla competente commissione consiliare permanente e che presto approderà all’attenzione del consesso civico.

Rossi Nell’atto il consigliere ricorda: «Il 30 giugno 1980 lo stesso Elia Rossi Passavanti, con atto a rogito del notaio Filippo Federici, costituiva in Terni la Fondazione T.O.E. “Ternana Opera Educatrice”, con lo scopo di “animare, stimolare e premiare i giovani nati in Terni e nei Comuni compresi nell’attuale circoscrizione del Tribunale di Terni che maggiormente si fossero distinti nello studio in ogni campo dello “scibile”, e per conferire premi “ai Lavoratori Anziani che abbiano dimostrato doti eminenti nella vita del lavoro”. Per conseguire queste finalità, Rossi Passavanti donava alla Fondazione tutto il suo patrimonio immobiliare, costituito da un palazzo gentilizio settecentesco con giardino e annessi, sito in Firenze, che successivamente veniva alienato e con il ricavato si costituiva il patrimonio mobiliare, le cui rendite erano destinate ad alimentare, come alimentano tuttora, le premiazioni che annualmente sono assegnate, per esplicita volontà del fondatore, nella festività di San Valentino. La Fondazione T.O.E cura altresì la custodia e la valorizzazione della Casa Museo di Elia Rossi Passavanti, dove lo stesso visse fino alla sua morte nel 1985, in via dell’Agape in Terni dove si trovano importanti documenti e cimeli di grande interesse storico culturale per approfondire non solo la conoscenza dell’uomo e della sua opera, ma la società italiana del 900. La casa museo qualora fruibile al pubblico rappresenterebbe inoltre una importante attrazione culturale. Nel consiglio di amministrazione della T.O.E “Ternana Opera Educatrice” sono presenti i rappresentanti di tutte le istituzioni cittadine. Presidente Fondazione Carit (Presidente) – Sindaco di Terni (vice Presidente) – Vescovo di Terni – Prefetto di Terni – Presidente del Tribunale di Terni – Direttore Opera Salesiana Don Bosco – Parroco Parrocchia di “San Valentino” – Questore di Terni – Provveditore agli studi di Terni – Presidente Rotary Club – Presidente Federazione Combattenti e Reduci – Presidente Ass.Mutilati ed invalidi di guerra – Notaio Federico Federici. All’art. 17 dello Statuto della Fondazione T.O.E “Ternana Opera Educatrice” si legge ‘Tutti i mobili, quadri, medaglie, memorie e qualsiasi altro oggetto che trovasi nell’abitazione dell’on. Prof. Elia Giovanni Rossi Passavanti, sita in Terni, Piazza Carrara n.1, al mezzanino del Palazzo Carrara, sono di proprietà della Fondazione Ternana Opera Educatrice e dopo il decesso del fondatore dovranno essere conservati negli stessi locali, che verranno adibiti a museo’.

I commenti sono chiusi.