Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 15:58

Boosta ospite di Iubel festival: sold out il live alla Rocca di Todi tra le colonne di Beverly Pepper

Davide Dileo, tastierista e fondatore dei Subsonica, chiude l’edizione speciale della rassegna ispirata a Jacopone con il suo tour strumentale ‘Boostology’

Boostology, il tour di Boosta arriva a Todi

di D.N.

Il 12 settembre fa tappa a Todi “Boostology”, il tour strumentale che il co-fondatore e tastierista dei Subsonica, Davide Boosta Dileo, sta portando sui palchi di prestigiose location italiane. La Rocca, tra le colonne di Beverly Pepper, farà da cornice al tramonto per questo concerto pieno di suggestioni sonore. Ad ospitare l’artista torinese nella città umbra è l’edizione speciale di Iubel, festival ispirato a Jacopone e organizzato dalla Stabat Mater Association con il contributo e patrocinio del Comune di Todi. Concerto già sold out con le prenotazioni attivate nei giorni scorsi.

Viaggio musicale Pianoforte e elettronica, strumenti grandi e piccoli, suoni, canzoni e ispirazioni accompagneranno il pubblico in un vero e proprio viaggio alla scoperta delle diverse sfumature della musica per un concerto “passeggiato” tra i sentieri meno battuti della musica contemporanea del ‘900 e le pietre miliari e gli inediti del repertorio del compositore. «Nella zona della Rocca – aggiunge la direttrice artistica di Iubel Valentina Parasecolo – si concentrano anche alcune delle opere di “Occhi Iocundi”, la mostra dedicata al poeta e ispirata ai suoi versi. La riappropriazione dei luoghi secondo un’esplorazione evocativa è uno dei tratti distintivi della manifestazione.»

Boosta Artista poliedrico per eccellenza, con una carriera più che ventennale come musicista, dj, compositore, autore e produttore, ma anche conduttore radio-televisivo e scrittore, Boosta ha saputo reinventarsi in questa estata anomala. «È la prima volta che mi permetto di girare così “svestito” e spero possa essere una bella scoperta per me e per il pubblico» dice il musicista, che definisce questo progetto «la colonna sonora del silenzio di chi viene ad ascoltare. Solo all’interno di questa meravigliosa scatola che è il silenzio» prosegue «c’è la capacità di far crescere una scintilla. La musica è uno strumento meraviglioso. E vorrei che la musica fatta con gli strumenti diventasse a sua volta strumento per le persone, affinché si possano un po’ perdere».

I commenti sono chiusi.