martedì 11 dicembre - Aggiornato alle 08:58

Bevagna, ‘Lo schiaccianoci’ di Cajkovskij apre la stagione di prosa. Il cartellone

Da giovedì 29 novembre gli spettacoli al teatro Torti. In programma fino ad aprile anche Ottavia Piccolo e Ascanio Celestini

Stagione a teatro a Bevagna
«Lo schiaccianoci»

di A.G.

Un classico della danza inaugura la stagione di prosa 2018-2019 del teatro Torti di Bevagna: giovedì 29 novembre ‘Lo schiaccianoci’ darà il via al cartellone, che si articolerà fino ad aprile. Sulle note di Pëtr Il’ic Cajkovskij, il coreografo Massimiliano Volpini porta in scena, attraverso una danza fresca e attuale, una riflessione lucida e insieme poetica sul classico natalizio, stimolando lo spettatore a osservare la fiaba da più punti di vista. Il sindaco di Bevagna Annarita Falsacappa e l’assessore alla cultura Rita Galardini esprimono soddisfazione per il programma, sottolineando «la qualità e varietà degli spettacoli, che coinvolgono un pubblico eterogeneo. Ci onoriamo di ospitare importanti artisti di prosa, ma anche uno spettacolo di danza di grande pregio a cura del Balletto di Roma». La stagione del teatro Torti prevede un abbonamento ridotto per studenti.

Gli spettacoli Sabato 15 dicembre il Teatro stabile dell’Umbria ha voluto inserire nel cartellone di Bevagna una sua produzione di successo, che sta girando nei più importanti e prestigiosi teatri italiani: ‘Occident express’, con la straordinaria interpretazione di Ottavia Piccolo, accompagnata dall’orchestra multietnica di Arezzo. È la storia di una donna anziana di Mosul che si è messa in fuga con la nipotina di 4 anni, attraverso la cosiddetta “rotta dei Balcani”. Sabato 12 gennaio la stagione prosegue con un altro spettacolo prodotto dallo Stabile umbro. In ‘Pueblo’, di e con Ascanio Celestini, l’artista, fra i più rappresentativi del teatro di narrazione, crea ancora una volta un ritratto dei margini della società e invita lo spettatore a identificarsi con i suoi protagonisti. Venerdì 8 febbraio Marina Thovez e Mario Zucca sono gli spassosi protagonisti di ‘Separazione’, commedia che racconta la storia di Sarah, attrice newyorkese, e Joe, commediografo londinese: un testo che affascina lo spettatore attraverso un’altalena di sentimenti forti e commoventi. Mercoledì 13 marzo è la volta di un “cult” della scena italiana, apprezzato dalla critica e amato dal grande pubblico, ‘Novecento’. Eugenio Allegri, diretto da Gabriele Vacis, offre in questa occasione un’emozionante prova d’attore, raccontando la storia di Novecento che, abbandonato sulla nave dai genitori e ritrovato sopra un pianoforte da un marinaio, trascorre tutta la sua esistenza a bordo del transatlantico Virginian, vivendo di musica e dei racconti dei passeggeri. La stagione si conclude sabato 6 aprile con ‘Night bar’. Lo spettacolo mette in scena quattro atti unici di Harold Pinter ed è interpretato con maestria da tre grandi protagonisti del teatro italiano: Nicola Pannelli, Sergio Romano e Arianna Scommegna.

I commenti sono chiusi.