Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 24 maggio - Aggiornato alle 18:34

‘Assisi suono sacro’, musica per la concordia tra i popoli: concerto davanti a San Rufino

Il flautista perugino Andrea Ceccomori, artefice del progetto, suonerà con altri musicisti. Settanta posti in piazza ma evento anche in streaming sul web

Assisi suono sacro

Ne ha fatta di strada, soprattutto ne ha fatte di note, il progetto Assisi Suono Sacro di Andrea Ceccomori. Colonna portante e sonora del prestigioso contenitore Assisi Ars Pace, una delle espressioni più feconde del pacifismo in seno al Parlamento Europeo, sabato 31 luglio alle 21 concluderà alla grande una giornata intera dedicata alla concordia tra i popoli.

Protagonisti Davanti al magico rosone della cattedrale di San Rufino, il flautista perugino, il pianista Michele Fabrizi, l’ensemble Assisi Suono Sacro Ars Pace, gli artisti della Opera Dance Music con la soprano Lin Wei, il tenore Stefano Gagliardi, la chitarra di Gaetano Guardino, e l’elettronica di Roberto Paroni, regaleranno ai settanta fortunati in piazza e al popolo del web un memorabile spettacolo, con la regia di Francesco Sardella. Una serata impreziosita dal rocker spagnolo Miguel Rios che ha dedicato all’evento una personale rielaborazione dell’Inno alla Gioia di Beethoven.

Istituzioni Data la solennità dell’evento non mancheranno i videomessaggi delle più alte istituzioni, dal vicepresidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo, al presidente della Conferenza dei presidenti del Parlamento Europeo Antonio Tajani, e ancora l’europarlamentare Domenec Ruiz Devesa, il rettore dell’Università per la Pace delle Nazioni Unite Francisco Rojas, il presidente Musi España Management Humberto Orán. Farà gli onori di casa, naturalmente, la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.

Futuro dell’Europa Denso e autorevole anche il pomeriggio della giornata. Alle 16, nella Sala Pinacoteca in Piazza del Comune, sarà esposto il quadro di Sofia Gandarias, popolare artista basca, che ha voluto testimoniare con la sua opera le violenze e le distruzioni perpretate nell’antica regione del Gandhara (chi ne vuol sapere di più può farsi un giro su www.gandarias.es). Alle 17, a Palazzo Monte Frumentario, in Vicolo degli Esposti, si tiene la “Conferenza sul futuro dell’Europa”, per raccogliere idee e proposte dei cittadini sull’Unione europea, sempre volte alla pacifica convivenza. L’evento avviene nell’ambito del “Peace Deal Forum” con gli interventi dei Fondatori di Ars Pace: Enrique Barón Crespo, Monica Baldi e Anna Rüdeberg, insieme ai relatori Franco Ivan Nucciarelli, Valentina Parasecolo, moderati da Sarah Hadrioui, degno prologo al primo atto del Festival di Assisi Suono Sacro “rEvolution”, proprio con il concerto in piazza San Rufino.

Collaborazioni Un evento indubbiamente di alto profilo internazionale e culturale per la nostra regione. Basta sfogliare l’elenco delle istituzioni che lo sostengono, dall’Università per la Pace delle Nazioni Unite (Upeace), alla Fundación Yehudi Menuhin España,a Baton for Peace, a MusiEspaña, alla Società Dante Alighieri, ancora alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi, l’Associazione Pinocchio di Carlo Lorenzini, la Fondazione Internazionale Assisi, Keysound e Legado Gandarias. Il legame con Assisi viene ribadito con la raccolta fondi per l’Istituto Serafico. Per chi volesse assistere in streaming all’evento può collegarsi al link.

I commenti sono chiusi.