Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 14:01

Arte e tradizione, ‘Seguendo la stella tra Narni e San Gemini’: ecco il nuovo concorso

Iniziativa rivolta a singoli e gruppi, spazio alla creatività: via alla progettazione e realizzazione di presepi

di M.G.P.

Un’iniziativa lanciata per dare input all’arte e al turismo locale: ecco la prima edizione di ‘Seguendo la stella tra Narni a San Gemini’. Spazio alla creatività: singoli artisti, associazioni degli artigiani, gruppi e appassionati si cimenteranno nella progettazione e realizzazione di un presepe. Le opere selezionate verranno poi esposte alla Tenuta Marchesi Fezia, azienda agricola in località San Bartolomeo di Narni.

Seguendo la stella «Dalle cinque alle dieci opere verranno selezionate da una giuria ed esposte alla Tenuta. A decretare il vincitore saranno gli ospiti della struttura che potranno votare il presepe che preferiscono». Così Monia Santini, ideatrice e promotrice del progetto, ha presentato l’iniziativa in una conferenza stampa online lunedì pomeriggio. ‘Seguendo la stella’ ha ottenuto il patrocinio del Comune di Narni e del Comune di San Gemini. «Questa iniziativa- aggiunge la Santini – nasce per far parte della rete territoriale di progetti già esistenti in altri comuni tra cui anche quello di Terni. La volontà è quella di crescere, di dare input al turismo locale e di settore e utilizzare il Natale per far girare le persone». Quest’anno la struttura che ospiterà la mostra delle opere è solo una, ma gli organizzatori sperano nelle prossime edizioni di poter includere anche altri siti. «Con grande piacere abbiamo accolto l’invito di patrocinio e collaborazione per questo progetto – ha detto in conferenza stampa Marco Mercuri, vicesindaco di Narni -. Chiamiamola ‘edizione zero’ e da qui capiremo come agganciare il mondo dei presepi che gira intorno al nostro territorio. Spero che sia un volano per l’attività stessa. Insieme si può fare molto di più, cerchiamo di vedere questa iniziativa nella prospettiva del domani». Presente alla conferenza stampa anche l’assessore al Turismo del Comune di San Gemini, Federica Montagnoli: «Crediamo che le aziende del nostro territorio debbano essere supportate nella produzione delle loro eccellenze. San Gemini ha una tradizione più che decennale per quanto riguarda i presepi perché abbiamo il gruppo ‘Presepi di San Gemini’ costituito da diversi volontari che ogni anno negli angoli del borgo e nelle chiese realizzano diverse opere con materiali più disparati, da quelli tradizionali a quelli sostenibili. Fare rete – chiosa – è importantissimo».

Come partecipare Oggetto del concorso è la realizzazione di un manufatto che rappresenti la tradizione del presepe interpretata attraverso una forma d’arte a scelta. Possono partecipare all’iniziativa singoli o gruppi di cittadini o associazioni di varia natura, l’iscrizione è a titolo gratuito e viene formalizzata inviando all’attenzione della società proponente bozzetto/disegno o fotografia, se già realizzato, con relativa descrizione e misure del progetto che si intende far partecipare al concorso. Il manufatto può essere anche previsto per venire allestito in esterno, le spese di allestimento, copertura e illuminazione saranno a carico dell’artista. La presentazione del progetto dovrà venire inviata via mail all’indirizzo ‘[email protected]’ corredata da nome e cognome dell’artista o dell’associazione o del gruppo, contatto telefonico del soggetto o di suo rappresentante, a partire da mercoledì 17 novembre fino alle ore 24 di domenica 5 dicembre. Per la costruzione dei presepi può essere impiegato ogni specie di materiale «tranne – specificano gli organizzatori – quelli ritenuti dichiaratamente pericolosi per l’incolumità delle persone». Non sono ritenuti validi prodotti interamente prodotti in fabbrica.

Esposizione alla Tenuta Tra tutte le proposte inviate verranno selezionati tra i 5 e i 10 progetti massimo più originali scelti da apposita commissione composta da rappresentanza dei comuni patrocinanti e da rappresentanza della società proponente il concorso. I progetti scelti, una volta realizzati, verranno esposti all’interno della location Tenuta Marchesi Fezia in appositi e dedicati spazi dove potranno essere visionati, con ingresso libero al pubblico, in orari prestabiliti della mattina, del pomeriggio e della sera a seconda della disponibilità della location accogliente. I presepi in esposizione saranno a disposizione del pubblico che desideri vederli dal giorno 12 dicembre 2021 al giorno 9 gennaio 2022. A disposizione del pubblico verranno messe delle schede di voto che saranno raccolte e scrutinate il giorno 10 gennaio 2022 e decreteranno il vincitore del concorso. Tra tutte le schede pervenute il cui voto appunto decreterà il vincitore del concorso, a fine concorso stesso verranno estratti due nomi che saranno omaggiati in servizi offerti dagli sponsor. Ogni scheda conterrà parametri di valutazione meramente indicativi quali: originalità, qualità artistica e difficoltà tecnica di realizzazione. Sarà possibile assegnare un massimo di tre punti per ogni parametro di valutazione. Il vincitore, unitamente a tutti i partecipanti, alla commissione giudicante i progetti, a rappresentanti delle amministrazioni dei comuni patrocinanti e a rappresentanti dei media locali, verrà pubblicamente decretato e premiato durante evento dedicato con data da destinarsi. Al primo in classifica verrà assegnato premio in servizi offerto dalla Tenuta Marchesi Fezia e da vari ed eventuali sponsor della manifestazione. Tutti i partecipanti verranno omaggiati con targa ricordo dell’evento.

I commenti sono chiusi.