Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 02:03

Arte e spettacolo per un dialogo tra passato, presente e futuro: ecco ‘A teatro onestamente’

L’iniziativa del Progetto Mandela prende il via dal volume ‘Un qualche onesto divertimento’ di Francesco Camuffo

In occasione delle giornate Europee del patrimonio, sabato 25 settembre 2021 dalle ore 16 alle ore 20 all’archivio di Stato di Terni si parlerà di teatro, dei luoghi e degli eventi dello spettacolo partendo dalla Terni del ‘700 fino ad arrivare agli anni ‘70 del ‘900. Con il titolo ‘A teatro onestamente’ inizia un percorso, ideato da Progetto Mandela, che vuole proporre alla città una riflessione sul teatro in senso ampio. L’iniziativa prende il via dal volume ‘Un qualche onesto divertimento’ di Francesco Camuffo e intende rendere visibile i temi cardine della storia del teatro a Terni. Il progetto è stato realizzato con il contributo della fondazione Cassa di risparmio di Terni e vede come partner l’archivio di Stato di Terni, Arci-solidarietà, la collaborazione del Fai e di Tichetettà e il patrocinio del Comune di Terni.

A teatro onestamente Sabato pomeriggio la presentazione del libro con un incontro sul tema ‘Terni: percorsi teatrali per il futuro progetti’, programmi, testimonianze, moderato dal giornalista Moreno Cerquetelli. Interverranno anche Cecilia Furiani, direttrice dell’archivio di Stato di Terni, Maurizio Cecconelli, assessore alla Cultura del Comune di Terni, Francesco Camuffo, autore del volume, Marco Gatti direttore istituto musicale G. Briccialdi Terni, Raffaele Federici, docente di sociologia dei processi culturali e della comunicazione all’Università degli studi di Perugia, Nino Marino, direttore del teatro Stabile dell’Umbria, Irene Loesch, Progetto Mandela,
regista, Marco Plini, regista e docente Accademia Paolo Grassi di Milano.

Mostra e archivio digitale Arte in ogni sfaccettatura di significato, infatti dal 25 settembre fino al 10 ottobre all’archivio di Stato sarà possibile ammirare una mostra dal titolo ‘Melodrammatica’ composta da documenti e locandine. Nell’iniziativa rientra anche primo archivio digitale on-line dello spettacolo ‘La società dei palchettisti’ e infine la rappresentazione di ‘Un qualche onesto divertimento’, una visita guidata in forma di performance dei luoghi del teatro nel centro storico, per la regia di Marco Plini, che si svolgerà il 28 ottobre e si concluderà con un concerto di Lucilla Galeazzi dedicato a Sergio Secci. Azioni interconnesse per rinnovare plasticamente la memoria della crescita della nostra città e descriverne il dinamismo, la disperata curiosità accompagnata da uno sviluppo culturale organico alle esigenze della comunità. «Un tentativo per delineare un futuro di senso condiviso su questi temi – fanno sapere gli organizzatori dell’evento – e superare quegli steccati che ad oggi impediscono un dialogo sempre più necessario tra passato, presente e futuro».

I commenti sono chiusi.