martedì 22 ottobre - Aggiornato alle 01:31

Al PostModernissimo di Perugia una rassegna dedicata al cinema di Carmelo Bene con ospiti speciali

L’attore e regista torna sul grande schermo con quattro appuntamenti a maggio nella multisala cittadina di via del Carmine

Carmelo Bene ©lapresse

di D.N.

Il mese di maggio al PostModernissimo sarà dedicato a un grande artista italiano, Carmelo Bene, che il pubblico potrà scoprire e ri-scoprire con una rassegna di quattro appuntamenti che porterà a Perugia ospiti importanti. La retrospettiva dedicata al cinema dell’attore e regista leccese si aprirà lunedì 6 maggio con la proiezione di ‘Nostra signora dei Turchi’, introdotta da Louis Fulvio Baglivi, archivista per la Cineteca Nazionale, autore per Fuori Orario e regista di cortometraggi. Presentato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel ’68, dove vinse il premio speciale della giuria, ‘Nostra Signora dei Turchi’ viene definito dallo stesso Bene “una parodia spietata e feroce del cinema”.

Bene e il cinema Del resto la cosiddetta “parentesi cinematografica” che dal ’67 al ’72 ha dato notorietà e risonanza internazionale a Carmelo Bene, ha visto sorgere in Italia scandali e attacchi feroci, spingendo addirittura gli spettatori comuni a compiere devastazioni selvagge e incendi nelle sale in cui avvenivano le proiezioni. Lo stesso artista dichiarò: «La mia frequentazione cinematografica è ossessionata dalla necessità continua di frantumare, maltrattare il visivo, fino talvolta a bruciare e calpestare la pellicola. M’è riuscito filmare una musicalità delle immagini che non si vedono, per di più seviziate da un montaggio frenetico». Bene ha portato avanti per oltre quarant’anni un’intensa attività, che ha dato luogo a decine di spettacoli teatrali ma anche film, libri, dischi, video nei quali si è proiettata e dilatata una genialità creativa e critica.

Proiezioni Il PostModernissimo vuole quindi omaggiarlo con le sue opere cinematografiche più significative, sistematicamente accompagnate da critiche introduttive e confronti finali con gli spettatori. La rassegna (proiezioni alle 21.30), dopo ‘Nostra signora dei Turchi’ del 6 maggio, proseguirà martedì 14 con ‘Don Giovanni’ e l’introduzione di Rinaldo Censi, martedì 21 con ‘Un Amleto di meno’ approfondito da Piergiorgio Giacché, per poi concludersi lunedì 27 maggio con ‘Salomè’ e la critica Cecilia Ermini. Ingresso unico alle proiezioni 7 Euro. Per info: 075 966 4527; [email protected]

I commenti sono chiusi.