Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 17 maggio - Aggiornato alle 03:57

Al cittadino perugino e presidente di Umbria Jazz Renzo Arbore il riconoscimento della Repubblica

E’ stato nominato Cavaliere di gran croce al merito da Sergio Mattarella

Renzo Arbore è stato nominato Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica. Il cittadino onorario di Perugia conquista il secondo riconoscimento dalla Repubblica italiana, dopo quello del ’92, quando venne nominato Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Il presidente onorario di Umbria Jazz ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del presidente Sergio Mattarella. Il poliedrico artista foggiano, che ha portato la musica napoletana nel mondo, ed è stato uno dei maggiori battitori liberi della tv italiana con trasmissioni di successo storico, oltre che scopritore di talenti, ideatore e musicista straordinario, riceve l’onore di cavaliere all’età di 84 anni.

Profilo Si ricordano i suoi esordi con Gianni Boncompagni e poi ‘Da Bandiera gialla ad Alto gradimento dove avevano esordito i pionieri di quella che sarà sempre chiamata la “banda Arbore”. Erano Mario Marenco e Giorgio Bracardi, a cui si sono poi aggiunti in tv Quelli della notte e Indietro tutta, Maurizio Ferrini, Riccardo Pazzaglia, Marisa Laurito e soprattutto Nino Frassica. Per non dire di Roberto Benigni, di fatto lanciato da Arbore a L’altra domenica. Nel 2010 alla Camera dei deputati gli è stato attribuito il Premio America della Fondazione Italia-Usa. E sono poi quattro le città italiane che gli hanno conferito la cittadinanza onoraria: oltre a Perugia e Palermo, per meriti artistici, Arbore ha la cittadinanza di Francavilla al Mare e di Chieti, le due città in cui giovanissimo, ancora in tempo di guerra, risiedette da sfollato per sfuggire ai bombardamenti della sua città, Foggia.

I commenti sono chiusi.