Quantcast
lunedì 25 ottobre - Aggiornato alle 12:46

A Narni si svela il ‘Piacere del Medioevo’: dal 24 aprile all’11 maggio torna la Corsa all’Anello

di Iv. Por.

C’è l’ombra sinistra della crisi e i fondi per la cultura sempre più scarsi ma anche una città che non vuole chinare la testa. Nasce in questo clima la 46esima edizione della Corsa all’Anello, il grande evento culturale dal sapore medievale in programma a Narni dal 24 aprile all’11 maggio, giorno della gara moderna al campo de li giochi San Girolamo.

Piacere Il punto di partenza sono le oltre 100 mila presenze del 2013 con 24 mila pasti serviti nelle taverne grazie al servizio di oltre mille volontari. La festa edizione 2014, che si fregia del riconoscimento di manifestazione storica dell’Umbria e anche di quello di ‘eco-festa’, avrà come tema principe il «Piacere del Medioevo», come ha spiegato in conferenza stampa nella sede della giunta regionale, a Perugia, il direttore artistico Samuele Bussoletti. «Proponiamo a chi ci visiterà – dice – l’opportunità di scoprire il piacere medievale in una declinazione contemporanea, perché chi viene a Narni in quei giorni vuole vivere atmosfere medievali, ma viverle con le sensibilità di oggi». Da qui il lo slogan: «Narni, dove la storia diventa piacere». Nodo focale sarà il piacere enogastronomico, che si sprigionerà nelle taverne a partire dalla simbolica apertura data dai banditori a cavallo. Ma anche gli altri sensi verranno soddisfatti.

TUTTE LE INFO E IL PROGRAMMA

Cultura A ricordare l’alto profilo culturale della Corsa è stato l’assessore comunale Gianni Giombolini. «Narni si identifica totalmente con la manifestazione – ha spiegato – e voglio per questo ringraziare i tantissimi volontari che, nonostante le difficoltà economiche, si operano tutti gli anni, e in questo in particolare, perché tutto riesca al meglio. La Corsa è per noi un veicolo di promozione territoriale eccezionale e dovrà esserlo sempre di più. A tal proposito lavoriamo per legarla sempre di più alle eccellenze locali e per far sì che chi ci viene a visitare resti più giorni, anche studiando pacchetti turistici. In sostanza facendone motore di sviluppo».

Promozione social Nonostante i tagli, dunque il “Piccolo borgo” non demorde e lavora per potenziare questi momenti, anche in vista della Perugiassisi 2019, che vede l’area come potenziale capitale della cultura. Quest’anno, ad esempio, per ottimizzare i budget della comunicazione si è deciso di puntare per la promozione dell’evento sui social network e ai nuovi metodi di comunicazione e media social marketing : nel lancio della manifestazione a Sanremo, durante il festival della Canzone Italiana, abbiamo conquistato in pochi minuti su Youtube quasi 2 mila ‘like’.

Programma Il programma 2014 della Corsa – illustrato da Bussoletti – si presenta articolato e trasversale, concentrato su tre temi portanti: la gastronomia tipica e le eccellenze del territorio – la cultura : storia ed arte che si fondono insieme – l’aggregazione sociale e sportiva, il volontariato e l’internazionalizzazione. Anche il segretario generale della manifestazione nonché presidente nazionale della Federazione Italiana Giochi Storici, Carlo Capotosti, ha dichiarato che «l’impegno per questa nuova edizione è volto su tre grandi punti: l’aggregazione , il turismo e la cultura, per cui al di là dei numeri riteniamo che questi valori siano la forza motrice per portare avanti in maniera cotruttiva il nostro lavoro fatto di idee ma soprattutto di persone». Tantissimi gli appuntamenti importanti: dalla consegna dei Ceri in Cattedrale il 2 maggio alle giornate medievali dei 3 Terzieri. «Una giornata fondamentale sarà il 3 maggio – ha detto il direttore artistico – con il grande omaggio a San Giovenale e poi, il pomeriggio, la Corsa all’anello storica, accompagnata dal mitico gruppo degli sbandieratori di Fraporta». E poi, ancora, gli appuntamenti con l’arte di Tracce 2014, il concerto ‘Medieval rock’ del 9 maggio. Fino, ovviamente, alla Corsa all’Anello dell’11 maggio, in cui i tre terzieri si sfideranno a viso aperto, dopo il Corteo storico.

Appuntamenti clou Gli eventi che spiccano maggiormente nel ricco programma sono, però, due. Il 4 maggio è in programma una gara di ‘Master chef medievale’ che vede in palio una porcellana artistica di alto pregio realizzata da Graziano Marini, artista di Todi. E’ il ‘Narnia Mastro Coquus’, in cui una giuria di eccezione decreterà il vincitore nella realizzazione di piatti medievali tra le sei città dell’Umbria: Acquasparta, Amelia, Bevagna, Calvi dell’Umbria, San Gemini e Narni. Il 26 aprile, invece, sarà portata in scena come anteprima nazionale la storia del condottiero Gattamelata, che vede come protagonista il noto attore Sebastiano Somma abilmente guidato dalla regia di Paolo Gazzara: lo spettacolo teatrale è interamente prodotto dall’Ente Corsa all’Anello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.