Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 16:53

A Baschi il ‘Festival internazionale dei diritti umani’: docu-film da oltre 20 Paesi ed eventi

Al centro il cinema d’autore con particolare riguardo ai temi dei diritti umani. Spazio anche a retrospettive, seminari, mostre, incontri, spettacoli e concerti

Festival Diritti a Baschi

Sono oltre 90 i documentari iscritti alla quinta edizione del Festival Internazionale dei Diritti Umani, in programma dal 4 al 7 agosto a Baschi, con la direzione artistica di Francesco Cordio . Un ottimo risultato al quale si aggiunge quello della provenienza da oltre 20 diversi Paesi: Iran (32), Italia (15), Ucraina, Francia, Stati Uniti (5), Armenia, Turchia (3), Regno Unito, India, Brasile, Germania, Egitto (2) e molti altri, dalla Palestina alla Russia, dall’Indonesia al Belgio. Per la sezione “cortometraggi” ne sono stati scelti come finalisti 20, che verranno proiettati durante la quattro giorni della manifestazione. Scopo del Festival Diritti è di promuovere e diffondere il cinema d’autore con particolare riguardo ai temi dei diritti umani e favorire il confronto tra i registi. Possono partecipare al concorso film a tema: antropologia, diritti umani, guerra, integrazione, diritti civili.

Non solo docu-film Ma oltre ai docu-film, la manifestazione vivrà anche di un programma ricco di retrospettive, seminari, mostre, incontri, spettacoli e concerti che animeranno il borgo di Baschi per tutti i quattro giorni impegnando diverse location. Il primo giorno è prevista l’inaugurazione della mostra fotografica “Tiberis, l’altra faccia del Tevere” e l’incontro con l’autore Matteo Luciani. A seguire presentazione del libro “Dreamland”, con Filippo Riniolo che dialogherà con gli autori Francesco Martone e RosaJijon. Alle 20 performance coreografica della danzatrice Lucia Guarino. Alle 21 il concerto de “Il Parto delle Nuvole Pesanti”, band che proprio a Baschi ha girato la sua ultima clip “I bambini di laggiù”, un testo sui diritti dei minori. Il 5 agosto, dopo la proiezione del primo blocco di film in concorso, ci sarà la presentazione del libro “L’Italia lontana” alla presenza dell’autore Filippo Tantillo, mentre alle 20 è prevista la proiezione del cortometraggio “L’amore senza motivo” presentato da Susanna Cannelli e Francesco Casarelli del progetto “Corridoi Umanitari” della Comunità di Sant’Egidio. Alle 21:30, proiezione del film fuori concorso “La Restanza”, alla presenza della regista Alessandra Coppola. Il 6 agosto, sempre a seguire delle proiezioni dei docu in concorso, ci sarà un incontro con “Libera”, associazione di nomi e numeri contro le mafie, mentre alle ore 20 è prevista la presentazione del volume de “Le Guide di Repubblica: Umbria e il Cinema, storie, luoghi e star”, alla presenza del direttore Giuseppe Cerasa e dei giornalisti Umberto Berlenghini e Gilberto Santucci. Alle 21 lo spettacolo di Max Paiella, comico-cantante-imitatore, con una divertente riflessione che analizza l’esaurimento in tutte le sue forme. Il 7 agosto, ultimo giorno, ancora proiezioni, a partire dal mattino, per poi, alle 17, l’incontro “FAQ sulle fake news”, in collaborazione con ILS di Perugia, con i relatori Martino Colucci, Marco Giorgetti, Sonia Montegiove e Fabio Nardi. Alle 18 sarà ospite Corrado Augias con un intervento sul tema “Il diritto di sapere”. A seguire, alle 19, presentazione del libro “Mai Dati” con Romina Perni e Roberto Vicaretti a dialogare con le autrici del libro-indagine, Chiara Lalli e Sonia Montegiove, che tanto sta facendo parlare in Italia. Alle 20 presentazione del nuovo disco di Stefano Corradino, alle 21 proclamazione e proiezione dei film vincitori, alle 21:30 concerto finale delle Nuove Tribù Zulù.

I commenti sono chiusi.