martedì 17 settembre - Aggiornato alle 02:09

In Valnerina rubati trapani elettrici, motoseghe, chitarre e un pc

Carabinieri di Arrone recuperano refurtiva da 8 mila euro e individuano il ladro, fondamentale la segnalazione di un cittadino

Ladro in azione ad Arrone non sfugge ai carabinieri, grazie alla segnalazione di un cittadino che avendo notato un’autovettura sospetta, era riuscito meticolosamente ad annotarne il numero di targa. All’esito di un’attività di perquisizione domiciliare i militari della stazione di Arrone hanno denunciato un italiano, classe ’66, residente nello Spoletino, che aveva nascosto una refurtiva del valore stimato di 8 mila euro all’interno del proprio garage, senza riuscire in alcun modo a giustificarne la provenienza.

Come recuperare la refurtiva Nel garage dell’uomo, un vero e proprio magazzino del furto, tutta merce pronta per essere immessa sul mercato nero. Tra il materiale rinvenuto e sottoposto a sequestro giudiziario risultano avvitatori e trapani elettrici e a batteria, pistola termica, seghetti alternativi, levigatrici rotative, set di chiavi da lavoro, set di chiavi per idraulica, saldatori, decespugliatore, avviatore per autovetture, un pc portatile, kit per scrittura manuale, ricetrasmittenti, chitarre, motoseghe, una pompa a iniezione per autocarro Iveco e saldatrici. A conclusione delle operazioni, l’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria ternana per il reato di ricettazione. Fondamentale si è rivelata la collaborazione dei cittadini. I carabinieri di Arrone sono ora a completa disposizione per il riconoscimento del materiale da parte dei legittimi proprietari. (Comando stazione sito in vocabolo San Francesco ad Arrone, tel. 0744/389125, orario di apertura al pubblico 10:00 / 13:00).

I commenti sono chiusi.