Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 30 giugno - Aggiornato alle 18:07

Va in questura per informazioni sul permesso di soggiorno e rimedia l’espulsione

Il 58enne egiziano irregolare ha l’obbligo di lasciare il Paese entro 7 giorni

Si è presentato ieri allo sportello dell’Ufficio Immigrazione in via Antiochia a Terni, per chiedere notizie del suo permesso di soggiorno, ma invece del titolo richiesto, gli agenti gli hanno notificato l’ordine di lasciare l’Italia entro 7 giorni. L’uomo, un cittadino egiziano di 58 anni, aveva fatto richiesta di regolarizzazione nel 2020, ma dall’esame delle documentazione presentata, è emerso che non aveva i requisiti per accedere alla sanatoria, motivo per cui, nei suoi confronti era stato emesso un rifiuto e un conseguente decreto espulsivo. Salgono così a 53 le espulsioni notificate dall’inizio dell’anno dall’Ufficio Immigrazione ternano, di cui 36 con l’ordine di partire entro una settimana, 14 con accompagnamento presso un Centro di permanenza e rimpatrio e 3 con accompagnamento alla frontiera area per imbarco immediato.

I commenti sono chiusi.