mercoledì 26 febbraio - Aggiornato alle 22:19

Umbria sotto la pioggia: allagamenti e frane. Morto il volontario 34enne caduto nel Caina

E' stato trovato senza vita in serata dai sommozzatori dei vigili del fuoco il corpo del 34enne volontario caduto oggi nel torrente Caina, a Corciano. Si tratta di Pasquale Antonini, 34 anni, di Corciano. Apparteneva all'Associazione della Misericordia.

E’ stato trovato senza vita in serata dai sommozzatori dei vigili del fuoco il corpo del 34enne volontario caduto oggi nel torrente Caina, a Corciano. Si tratta di Pasquale Antonini, 34 anni, di Corciano. Apparteneva all’Associazione della Misericordia. L’incidente è avvenuto intorno alle 16.30 di oggi. Il volontario è scivolato in un fosso che è un affluente del torrente Caina, mentre stava sistemando un’idrovora. Il corso d’acqua, ingrossato dalla pioggia incessante, rischiava infatti di esondare e raggiungere un vicino cavalcavia. Sono subito scattate le ricerche alle quali hanno partecipato anche squadre Saf e sommozzatori dei vigili del fuoco. Il corpo è stato quindi individuato a circa 300 metri dal punto della scomparsa.

Finora in molte zone dell’Umbria è caduta più del doppio della quantità media di pioggia attesa per il mese di novembre. E’ quanto recita una nota della Provincia di Perugia. Ma è tutta l’Umbria ad essere sotto una pioggia intensa, che sta provocando danni e disagi diffusi soprattutto nell’Orvietano, nell’Eugubino e nel Perugino.

Allagamenti e frane Un centinaio gli interventi finora da parte dei vigili del fuoco, ma molto resta da fare, tanto che i vigili del fuoco hanno richiamato il personale libero da servizio. Numerose sono le segnalazioni di allagamenti: allagamenti di abitazioni sono segnalati nel Comune di Corciano per l’esondazione del torrente Oscano in località Capocavallo, allagamenti di scantinati a Perugia nella frazione di Resina, allagamenti di abitazioni e edifici commerciali a Piegaro e Panicale, straripamenti di fossi e piccoli invasi in località Gaifana e a Gubbio.D’intesa con i Comuni i vigili del fuoco si è proceduto a evacuazioni. In via del Rio, a Perugia, una frana ha travolto un passante ferendolo in modo non grave.

Esondato il Paglia A Orvieto in poche ore oggi sono caduti oltre 40 millimetri di pioggia. La protezione civile ha riferito che il fiume Paglia, già interessato dalla piena la scorsa settimana, è esondato in località la Svolta. Sempre ad Orvieto, è in corso un intervento per la rottura dell’acquedotto di approvvigionamento dell’ospedale Santa Maria della Stella. Una frana e si è staccata a Corbara, mentre due strade interne sono bloccate al traffico in seguito a frane e smottamenti.

Grandi fiumi sotto controllo Un comunicato della Regione informa che i corsi d’acqua più grandi sono sotto controllo. Quello che preoccupa è la situazione dei piccoli corsi d”acqua, dei torrenti, o di piccole frane che si stanno verificando e che si sono verificate e che hanno comportato problemi. Sin dalle prime ore del giorno, il sistema regionale di protezione civile è stato allertato ed è entrato in operatività. E’ stata stata anche attivata la sala di protezione civile del centro regionale che è in costante contatto con tutti i Comuni, specialmente con quelli maggiormente interessati dal maltempo. La stessa centrale della protezione civile è anche in collegamento con tutti i gruppi dei volontari. La presidente della Regione, Catiuscia Marini, è stata costantemente informata ed è in collegamento con la protezione civile, che sarà operativa per tutta la notte e fino a che le condizioni del tempo lo richiederanno.

Partite rinviate Rinviati per pioggia, oggi, alcuni incontri di calcio in programma in Umbria. Non si è giocata allo Stadio Renato Curi per impraticabilità del campo la gara tra Perugia e Todi. In Lega Pro rinviata la partita Gubbio-Sorrento, sospesa dall’arbitro Bolano al 14′ del primo tempo per impraticabilità di campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.