mercoledì 19 giugno - Aggiornato alle 22:26

Ucciso da ubriaco al volante, fiaccolata per ricordare Nikola: «Sua morte sia da monito»

A tre mesi dal dramma la mamma e i fratelli del ventunenne hanno organizzato la commemorazione in paese

di Chia.Fa.

«Una fiaccolata per ricordare Nikola affinché la sua breve vita e la sua tragica morte siano da monito per chi si mette alla guida». E’ il messaggio della famiglia Nikola Duka, 21 anni, ucciso tre mesi fa da un giovane anche lui di Sant’Anatolia di Narco ubriaco al volante e indagato per l’omicidio stradale aggravato consumatosi all’interno della galleria che collega Spoleto con la Valnerina. In una lettera firmata dalla mamma Rezana, insieme al fratello Matteo e alla sorellina Rebecca, ha chiamato a raccolta la comunità del piccolo borgo umbro per la «fiaccolata in ricordo di Nikola, del suo sorriso e dei suoi sogni infranti».

Fiaccolata per Nikola La commemorazione è in programma il 14 giugno alle 21 davanti al municipio da dove «insieme – scrivono i familiari – cammineremo con tante luci accese per Nikola, per sperare che la sua breve vita e la sua tragica morte siano un monito affinché ci sia sempre maggior rispetto per la vita umana da parte di chi si mette alla guida e nessun’altra famiglia soffra così tanto». E sarà sicuramente importante la risposta della piccola comunità che ormai da tre mesi si è stretta intorno alla famiglia Duka, spezzata da un dolore indicibile, tanto che la fiaccolata è per la mamma, il fratello e la sorella del ventunenne morto anche «un’occasione per rivedere e ringraziare tutti dell’affetto che avete dimostrato di avere per mio figlio e per la solidarietà con la quale siete stati vicini a me, a Matteo e a Rebecca».

I commenti sono chiusi.