Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 18:04

Ubriaco al volante uccide 21enne: famiglia e onlus sono parti civili

Via al processo per l’omicidio stradale aggravato di Nikola Duka morto nella galleria di Forca di Cerro

La campagna di sensibilizzazione organizzata dalla famiglia di Nikola Duka

di C.F.

Omicidio stradale aggravato dalla guida in stato d’ebbrezza del ventunenne Nikola Duka, i familiari vengono ammessi dal gup Federica Fortunati come parte civile al pari dell’associazione familiari e vittime della strada. Nuova udienza del processo per la morte del giovane avvenuta il 14 marzo del 2019 all’interno della galleria di Forca di Cerro, che collega Spoleto con la Valnerina, dove Duka viaggiava da solo a bordo della Lancia Y e, secondo il consulente della procura, sarebbe stato centrato dal conducente della Volvo V40 che avrebbe invaso la corsia di marcia opposta.

Omicidio stradale di Duka  Al volante dell’altra auto c’era un venticinquenne che in base agli accertamenti compiuti dai carabinieri si era messo alla guida con un tasso alcolemico più di tre volte superiore a quello consentito dalla legge (1,72 g/l). Per lui la procura di Spoleto ha chiesto il rinvio a giudizio contestando anche il superamento del limite di velocità, con il giovane che avrebbe viaggiato a 112 km/h in un tratto in cui il limite è di 90. Il difensore dell’imputato, l’avvocato Marco Angelini, conta però di chiedere un accertamento sulla dinamica definita dal perito della procura, in particolare sul punto di impatto, all’esito del quale valuterà la richiesta di rito alternativo (abbreviato o patteggiamento). In aula il pm Vincenzo Ferrigno e le parti civili, rappresentate dagli avvocati Tosti, Tizi, Bellingacci e Santarelli, torneranno alla fine di maggio, quando ci sarà una nuova udienza dell’omicidio stradale aggravato di Duka, che ormai quasi due anni fa ha spezzato la famiglia del ventunenne, da allora impegnata tra Spoleto e la Valnerina, dove la vittima risiedeva, in una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.

@chilodice

I commenti sono chiusi.