Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 18:47

Trovato morto a 41 anni a Città di Castello: eseguita autopsia, non emergono segni di violenza

LE indagini restano aperte ma ci si orienta verso la causa accidentale

La casa dove è stato trovato il corpo senza vita del 41enne di Città di Castello

E’ stata eseguita l’autopsia sul corpo del 41enne Marco Brunelli, trovato morto giovedì nella sua abitazione di Città di Castello. Le lesioni alla testa e alla gamba che erano state osservate anche in occasione della prima ispezione cadaverica, sono state osservate con maggiore attenzione, ma pare che sia la loro entità che le caratteristica non lascino pensare a una violenza subita. Lasciano invece propendere gli inquirenti verso una morte accidentale.

TUTTO SUL CASO

La cronaca Il sopralluogo nella sua abitazione all’avvio delle indagini non ha lasciato riscontrare segni di effrazione e il subbuglio in casa pare sia collegabile al disordine piuttosto che a un evento violento. L’autopsia è stata eseguita dal medico legale Sergio Scalise. Purtroppo dietro la vita di Marco Brunelli è emersa una condizione di profondo dolore. Il 41enne ha perso il padre già da tempo e la mamma è ricoverata in una struttura. Il suo corpo è stato ritrovato da un amico che aveva le case della sua abitazione e che si è allertato dopo i tentativi di entrare in contatto con lui. La sua testimonianza è stata raccolta dagli inquirenti.

I commenti sono chiusi.