martedì 16 luglio - Aggiornato alle 10:12

Tre chili di cocaina nell’aereo dal Perù: condannata la nonna corriere di Perugia

Il carico di droga era nascosto in vestiti per bambini. L’indagata: «Cosa c’è nella valigia? Regali per i miei nipotini»

di En.Ber.

La nonna corriere bloccata all’aeroporto di Roma Fiumicino con 3,3 chili di cocaina importata dal Perù è stata condannata a tre anni e mezzo di reclusione. Due anni e sei mesi di carcere, invece, alla presunta destinataria del pacco, anche lei residente a Perugia. Assolta infine una terza donna difesa dall’avvocato Giuseppe Caforio. Il carico era stato intercettato il 18 dicembre 2018. Sette mesi più tardi si è concluso il processo con rito abbreviato dinanzi al giudice di Civitavecchia competente per territorio. Secondo quanto ricostruito dalle indagini la droga sequestrata era destinata al mercato perugino. La cocaina – si legge negli atti giudiziari – era nascosta in alcuni vestitini da bambino, occultata in fogli di carta e in un flacone.

I commenti sono chiusi.