Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 28 gennaio - Aggiornato alle 11:07

Terremoto, ruspe a Castelluccio per le piattaforme antisismiche e 5 appartamenti a Preci

Mercoledì il punto sulla ricostruzione privata e pubblica e i risultati del censimento danni

foto archivio F. Troccoli

E’ forse una delle immagini più attese quella della ruspa ritornata al centro di Castelluccio di Norcia, nella zona rossa. Sta abbattendo i resti di due edifici per la realizzazione dello sbancamento nel quale saranno alloggiate le due piastre antisismiche, sulle quali sorgerà il nuovo borgo. Quello della ricostruzione. Ci sono a lavoro i mezzi pesanti dei vigili del fuoco sui vari dislivelli. Bisogna tutelare gli edifici vicini, primo fra tutti la chiesa di Santa Maria Assunta. Giovedì, è previsto un incontro con la soprintendenza per decidere il futuro dell’antica chiesa del borgo di Castelluccio. Quindi l’affidamento della progettazione delle piattaforme logistiche per un costo stimato di circa 50 milioni.

Preci Intanto a Preci si consegnano 5 appartamenti di una palazzina, in via de Gasperi 2 che è stata completamente rimessa a nuovo, recuperando la piena funzionalità con miglioramento sismico delle strutture portanti. Rientra nel Programma di riparazione del patrimonio edilizio pubblico suscettibile di destinazione abitativa.

Ricostruzione Si svolge mercoledì la riunione del Comitato istituzionale dell’Umbria per esaminare lo stato di attuazione della ricostruzione privata e della ricostruzione pubblica. Sul tavolo anche l’esito del censimento danni effettuato dal Sose e le percentuali di riparto dei finanziamenti per i nuovi piani delle opere pubbliche e rigenerazione urbana, gli interventi del Fondo complementare Pnrr aree sisma 2009 e 2016. Fanno parte del comitato istituzionale, oltre alla Presidente della Regione Umbria, che lo presiede in qualità di Vice Commissario per la ricostruzione, i Presidenti delle Province di Perugia e di Terni e i sindaci dei comuni del cratere ossia Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera. Prenderanno parte al comitato istituzionale anche Stefano Nodessi Proietti, direttore dell’Usr-Umbria, Filippo Battoni, dirigente servizio ricostruzione pubblica e Gianluca Fagotti, dirigente del servizio ricostruzione privata.

I commenti sono chiusi.