Quantcast
domenica 22 maggio - Aggiornato alle 18:24

Terremoto, la presidente Marini scrive al commissario Errani: «Anche Spoleto nel cratere»

La lettera risulta inviata lunedì alla luce dei danni ingenti provocati dal sisma del 30 ottobre anche nella città del Festival alle prese con 400 sfollati, scuole inagibili e Comune chiuso

La presidente Marini e il commissario Errani a Preci (foto Fabrizi)

di Chiara Fabrizi

«Spoleto sia inserita nel cratere del terremoto». Questa in estrema sintesi la richiesta che la presidente Catiuscia Marini risulta aver formalmente inviato nella giornata di lunedì al commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, che nei giorni scorsi ha anche compiuto un accurato sopralluogo nella città del Festival. Qui il sisma di magnitudo 6,5 ha costretto a trasformare in centri di accoglienza tre palestre (ora sono due perché nelle ultime ore è stato liberato il PalaRota) dove sono state accolte oltre 400 persone, mentre alcune dozzine sono state alloggiate in albergo. Ingenti i danni di cui ha preso visione Errani che ha visitato tra le altre il centro storico e il Centro operativo comunale di Santo Chiodo, prendendo atto delle lesioni riportate nelle zone più colpite: via Monterone, la zona di viale Martiri della Resistenza e la frazione di Eggi. Inagibili anche due scuole: la media Dante Alighieri e la materna di viale Martiri. Chiuso anche il Comune di Spoleto dove, in base a quanto risulta, occorrerà compiere un intervento di cinghiatura della torre campanaria che svetta dallo storico municipio. In base a quanto risulta il nuovo cratere e in fase di ridefinizione sulla base dell’analisi macrosismica che si sta compiendo a seguito delle due violente scosse del 26 ottobre e di quella devastante del 30 ottobre. Il perimetro individuato dopo la scossa del 24 agosto e inserito nel primo decreto del governo comprendeva quattordici comuni, ossia quelli dell’intera Valnerina sia in provincia di Perugia che di Terni. Con ogni probabilità il nuovo provvedimento del Consiglio dei ministri, di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, individuerà un’area più estesa. In questo senso risulta che la presidente Marini con una lettera recapitata nelle ultime ore al commissario del governo Errani abbia richiesto almeno l’inserimento di Spoleto nel nuovo cratere. Dopo la scossa di magnitudo 6,5, infatti, nove sindaci avevano lanciato l’appello al governo Fabrizio Cardarelli, (Spoleto), Nando Mismetti (Foligno), Donatella Tesei (Montefalco), Annarita Falsacappa (Bevagna), Bernardino Sperandio (Trevi), Moreno Landrini (Spello), Andrea Reali (Castel Ritaldi), Massimiliano Presciutti (Gualdo Tadino), Domizio Natali (Campello sul Clitunno).

@chilodice

Una replica a “Terremoto, la presidente Marini scrive al commissario Errani: «Anche Spoleto nel cratere»”

  1. Alessio Marchetti ha detto:

    vorreste dire che Spoleto ancora non è stata inserita nel cratere?
    Ma stiamo scherzando?
    E magari ci finisce Foligno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.