venerdì 20 ottobre - Aggiornato alle 03:25

Terni, nuovi controlli in centro: il prefetto convoca un tavolo

Pattuglie della squadra volante nei luoghi ritenuti più a rischio per lo spaccio

di Massimo Colonna

La questione sicurezza in città è tornata di attualità in questi giorni per via di alcuni episodi di violenza che si sono verificati in centro, alcuni dei quali da ricollegare allo spaccio di sostanze stupefacenti. Su questo fronte discute la politica ma soprattutto le forze dell’ordine aumentano le attenzioni.

Nuovi controlli Su disposizione del questore Antonino Messineo nella serata di venerdì gli agenti della squadra volante del dirigente Enrico Aragona hanno organizzato una serie di controlli in centro. In particolare le aree attenzionate sono state quelle di piazza Solferino e di piazza della Repubblica. Due luoghi ritenuti a rischio dalle stesse forze dell’ordine e teatro spesso di attività illecite di spaccio.

La riunione Per potenziare il servizio di prevenzione e repressione le istituzioni si stanno muovendo anche per i prossimi giorni. Il 17 agosto infatti in prefettura è in programma una nuova riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, a cui prenderanno parte i rappresentanti dei diversi corpi di polizia e degli enti locali. Sarà quella una nuova occasione per fare il punto della situazione in vista della fine dell’estate.

Andrea Cavicchioli «Sono assolutamente convinto che i temi della sicurezza della città e del decoro urbano siano elementi prioritari dell’azione di governo locale e che pertanto l’impulso del sindaco, sia necessario , doveroso ed ineludibile nel contesto delle competenze e delle prerogative del comitato per l’ordine e la sicurezza, delle possibilità offerte anche dalla recente normativa e della collaborazione con gli altri soggetti preposti – ha dichiarato il capogruppo Pd Andrea Cavicchioli -. Confermo la necessità di affrontare con determinazione i problemi che ho segnalato inerenti la vivibilità della città sia per quanto concerne la sicurezza, che per tutte le tematiche del decoro urbano, consapevole delle difficoltà derivanti dal quadro generale in cui operano gli enti locali, ma anche convinto che si deve fare ogni sforzo, nelle forme a cui ho fatto riferimento, per migliorare la situazione. Sono certo – ha concluso Cavicchioli – che questa impostazione è condivisa dagli organi esecutivi di governo della città, in quanto già oggetto di atti approvati dal consiglio, che hanno trovato in quella sede assenso formale e sostanziale del sindaco e della giunta».

L’associazione Codici  Alle parole del capogruppo Pd segue l’associazione Codici:«La politica e i vari politici che si fanno paladini di queste problematiche cosa stanno facendo in merito? Riguardo tutti questi fatti che stanno succedendo a Terni sono state presentate interrogazioni regionali, esposti, denunce o altro per fare risolvere il problema? Con soddisfazione abbiamo notato come la Lega Nord a Narni, dopo un nostro articolo riguardo la problematica dell’accattonaggio, è scesa in campo con un articolo sulla stessa tematica.  Visto che il problema è stato evidenziato in modo grave e i fatti di cronaca a Terni sono sempre più frequenti, l’Associazione Codici invita i politici ternani ed umbri, che sul tema immigrazione promettono battaglia, a richiedere in tutte le sedi interventi decisi fino a quando il problema non sarà definitivamente risolto sottolineandolo con denunce continue. La politica deve portare a soluzioni concrete».

@tulhaidetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *