mercoledì 23 gennaio - Aggiornato alle 08:19

Terni, fuma uno spinello con la figlia minorenne: 41enne assolta ‘perché il fatto non sussiste’

Nel novembre del 2011 la beccarono insieme ad altri a fumarsi uno spinello alla Passeggiata. Fin qui niente di clamoroso. Ma insieme a lei c’era la figlia non ancora maggiorenne e agli agenti non sfuggì il ‘passaggio’ dello spinello, dalla mano della madre a quella della ragazza.

Assolta Per questa vicenda la donna, una 41enne di nazionalità bulgara difesa dall’avvocato Francesco Mattiangeli, era finita a processo con l’accusa di cessione di stupefacenti. Martedì mattina c’è stato l’epilogo del procedimento che si è trascinato fino ad oggi fra mille difficoltà, legate soprattutto all’irreperibilità di alcuni testimoni e della stessa imputata. Alla fine il tribunale ha assolto la donna ‘perché il fatto non sussiste’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.