martedì 24 ottobre - Aggiornato alle 11:46

Terni, il colonnello Giua fissa le priorità per la Gdf: «Sicurezza economico-finanziaria e collaborazione»

Il nuovo comandante provinciale delle Fiamme Gialle: «Siamo al servizio del cittadino e delle aziende»

di Massimo Colonna

«I punti cardine del mio mandato, su prosecuzione di quanto stato fatto finora, saranno garantire la legalità e la sicurezza economico-finanziaria come servizio a favore del cittadino e delle aziende». Questa la prima linea tracciata dal colonnello Massimiliano Giua, che giovedì mattina ha incontrato la stampa per un primo incontro ad un mese dal suo insediamento a Terni.

Le indicazioni «Siamo al servizio di cittadini e imprese – ha spiegato il colonnello – che vivono un momento storco particolare anche per via della crisi economica. Il nostro lavoro si baserà su una forte collaborazione con le altre forze di polizia. Le criticità sono tante, in questi giorni stiamo cercando di individuarle creando soprattutto un contatto e una forma di collaborazione con la cittadinanza, anche perché il nostro obiettivo è aiutare la collettività. Il mio approccio con la città è stato positivo: Terni offre scenari molto belli, non posso che trovarmi bene».

Il curriculum Il colonnello Giua, 47 anni, arriva da Grosseto, dove negli ultimi quattro anni ha comandato i finanzieri dell’intera provincia. Nato in Germania, precisamente a Francoforte, Giua si è arruolato nelle fiamme gialle nell’ottobre 1989 per frequentare trenta anni dopo il Corso superiore di Stato maggiore interforze. L’ufficiale ha lavorato con incarichi di comando a Treni, Roma e Torino, ma in curriculum vanta anche l’iscrizione all’albo dei giornalisti pubblicisti, anche se a livello accademico risulta laureato in Giurisprudenza a La Sapienza di Roma, a cui si è poi aggiunta la laurea in Scienze della sicurezza economico-finanziaria ottenuto all’Università di Tor Vergata.

@tulhaidetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *