martedì 25 giugno - Aggiornato alle 03:57

Terni, chef condannato per spaccio: sedici mesi di reclusione

Arriva la sentenza con rito abbreviato per il 39enne arrestato dalla guardia di finanza in via XX Settembre

Il tribunale di Terni

Dovrà scontare una pena di sedici mesi di reclusione il 39enne ternano, di professione chef in un ristorante, che all’inizio dell’anno era stato fermato e arrestato dalla guardia di finanza per detenzione di sostanze stupefacenti. E’ quanto ha stabilito il giudice del tribunale di Terni, Barbara Di Giovannantonio, al termine dell’ultima udienza che si è svolta nell’ambito del rito abbreviato richiesto dall’uomo. Lo chef era stato fermato e trovato con addosso 50 grammi di cocaina. Prima della decisione del giudice il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a quattro anni di reclusione.

I commenti sono chiusi.