martedì 20 novembre - Aggiornato alle 16:57

Terni, alcol tra i giovani: «Si ubriacano e fanno danni, è disgustoso»

Residenti e commercianti del centro si lamentano: «Sabato frantumato il vetro di un’auto in sosta»

 

di M. R.

«Bevono alcol, si drogano, i giovani si sballano e distruggono quello che gli capita». Questa la denuncia esasperata di residenti e commercianti del centro cittadino, soprattutto quelli che alzano la saracinesca del negozio al mattino e vedono le conseguenze delle notti da leoni dei ragazzi».

Alcol a Terni Sabato scorso, tanto per dirne una, un ragazzino ubriaco sarebbe saltato su un’auto parcheggiata nei pressi di via Primo maggio, è così che sarebbe andato in frantumi il parabrezza. I giovani fanno danno a loro stessi e pure alle cose. «Non di rado – raccontano esercenti di quella stessa zona – capita di ritrovarsi a pulire del vomito al mattino presto. È disgustoso». ‘Non facciamo i deficienti, rispettiamo i residenti’ recita il messaggio affisso nei vari locali notturni, ma evidentemente non basta. Gestire giovani che abusano di alcol è difficile persino per i gestori. Eppure una soluzione va trovata. È di questo avviso il prefetto Paolo De Biagi. La sua una preoccupazione non nuova: proprio a Umbria24 tempo fa aveva manifestato tutta la sua preoccupazione per una città che sa esprimere anche una socialità sana ma che presenta anche situazioni di tossicodipendenza e consumo di alcool fuori controllo.

Prefetto Il rappresentante del governo sul territorio ha perciò chiamato a raccolta la Camera di Commercio e le associazioni di categoria dei commercianti, con i quali sono state esaminate le possibili misure da attivare. Soprattutto è stato chiesto di seguire le regole basilari per un comportamento civile. Le forze di polizia continueranno ad assicurare la vigilanza e il controllo dell’area secondo la pianificazione che sarà settimanalmente disposta in questura. Da sempre però la volontà di De Biagi è quella di estirpare il problema di questa deriva sociale alla radice, per questo promuoverà l’educazione alla legalità nelle scuole.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.