sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 13:32

Strappa a morsi l’orecchio della fidanzata: macellaio agli arresti domiciliari

Riesame tira fuori dal carcere il giovane eugubino. L’avvocato Ubaldo Minelli: «La custodia dietro le sbarre era esagerata»

(foto archivio F.Troccoli)

di En.Ber.

Il tribunale del Riesame di Bologna ha concesso gli arresti domiciliare al macellaio eugubino di 31 anni finito in carcere nei giorni scorsi per aver strappato con un morso l’orecchio dell’ex fidanzata in un locale di Cattolica. Contro l’ordinanza del gip di Rimini aveva presentato ricorso l’avvocato Ubaldo Minelli. «Sono pienamente soddisfatto dell’esito positivo dell’odierna udienza dinanzi al Tribunale della Libertà di Bologna – spiega il penalista -. Il collegio ha accolto l’istanza di scarcerazione ritenendo non adeguata e proporzionata la custodia carceraria. I giudici hanno correttamente analizzato la personalità dell’indagato e la sua condotta precedente al fatto reato».

I commenti sono chiusi.