domenica 11 dicembre - Aggiornato alle 07:01

Spoleto, pedofilo 71enne condannato a 6 anni e mezzo

Un'aula del tribunale di Perugia (foto archivio F.Troccoli)
Un'aula del tribunale di Perugia (foto archivio F.Troccoli)

di Chia.Fa.

Sei anni e mezzo di reclusione. È stato condannato per violenza sessuale su minore, il pedofilo 71enne che nell’inverno del 2007 abusò di due bimbi di 8 e 10 anni, attirandoli nella propria abitazione. La pronuncia del collegio penale del tribunale di Spoleto, presidente Emilia Bellina, giudici a latere Manuela Olivieri e Roberto Laudenzi, è arrivata dopo una breve camera di consiglio. L’uomo, oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, è stato condannato al pagamento di 300 mila euro tra risarcimenti, provvisionali e spese legali.

I fatti In aula è stato ricostruito l’incubo di cinque anni fa, quando il 71enne attirò la bimba di 8 e il bimbo di 10 anni nella propria abitazione, dove, tra le disperate resistenze, si consumarono gli abusi. La bimba riuscì a scappare, il bimbo no. Un pomeriggio tremendo che si concluse con la fuga del piccolo attraverso il cortile e l’anziano che fucile alla mano sparò pure un colpo in aria.

La requisitoria Ma l’episodio non fu isolato. L’anziano pedofilo qualche tempo dopo tentò un nuovo approccio sessuale con il bambino sceso in strada a giocare e costretto a sedersi accanto all’anziano. Una reiterazione del reato su cui il pm Pucci ha costruito la propria requisitoria al termine della quale ha chiesto per il 71enne una condanna a dieci anni di reclusione.

La condanna Il verdetto di colpevolezza del collegio è arrivato poco dopo. L’uomo è stato condannato a 6 anni e mezzo di reclusione e a circa 300 mila euro tra risarcimenti danni, provvisionali e spese legali. Oltre naturalmente all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.