sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 12:18

«Spacciava hashish ma mai meno di un etto»: arrestato pusher di Foligno

Secondo i carabinieri il 45enne aveva ottimi rapporti con la delinquenza romana. Nei guai anche la fidanzata

©Fabrizio Troccoli

di En.Ber.

Si è conclusa nelle ultime ore un’operazione antidroga dei carabinieri di Foligno che dal settembre 2017 al marzo 2018 aveva consentito di arrestare otto persone in flagranza di reato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. L’epilogo dell’inchiesta – riferisce una nota dell’Arma – ha portato a una misura cautelare in carcere per un 45enne accusato di gestire un importante canale di riforimento di hashish nell’area di Trevi e Foligno.

I contatti con Roma Tre, in tutto, le recenti ordinanze del gip di Spoleto: le rimanenti due – obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria – riguardano la compagna e un’altra donna pusher. Secondo quanto emerso dalle indagini il 45enne, insieme alla fidanzata, effettuava le consegne di hashish ai propri clienti «in quantitativi non inferiori ai cento grammi». La droga – è stato ricostruito – proveniva da Roma, città in cui il principale indagato «godeva di ottimi contatti con la delinquenza locale». L’intera indagine ha portato al sequestro di cinque chili di ‘fumo’, valore 11 mila euro, e 11 grammi di cocaina. L’Arma ritiene di aver sottratto dal mercato 6.200 dosi di droga.

I commenti sono chiusi.