mercoledì 16 ottobre - Aggiornato alle 18:27

Sequestrata casa di riposo abusiva, un’anziana: «Sono stata maltrattata»

Nei guai una donna di 53 anni che gestiva la residenza senza autorizzazioni, ma sponsorizzandola sui social

Polizia al lavoro

di C.F.

Sequestrata casa di riposo abusiva e cinquantatreenne denunciata anche per maltrattamenti dopo la testimonianza di una novantenne, che ha raccontato ai poliziotti di essere stata percossa e lasciata sola più volte all’interno dell’appartamento. Indagine della squadra mobile di Terni, coordinata dalla procura della Repubblica, a carico di una donna incensurata di nazionalità brasiliana accusata di aver trasformato un appartamento in una residenza per anziani. La casa di riposo, secondo quanto emerge, era anche sponsorizzata sui social da più di un anno, malgrado non avesse le autorizzazioni.

Sequestrata casa di riposo abusiva Al momento del blitz nell’appartamento c’erano la cinquantatreenne e l’anziana non autosufficiente. Nell’abitazione con tre camere da letto, per sei posti letto complessivi, oltre spazi comuni, gli agenti hanno riscontrato l’assenza di dispositivi o presidi medici. La novantenne non autosufficiente ai poliziotti ha raccontato che la titolare della casa di riposo abusiva più volte l’avrebbe lasciata da sola all’interno dell’appartamento, mentre in passato l’avrebbe anche colpita e percossa.

Un’anziana: «Maltrattata e abbandonata»  Le accuse dell’anziana hanno innescato ulteriori indagini degli uomini della squadra mobile di Terni, chiamati a trovare riscontri sia alle parole della novantenne, anche identificando e rintracciando altri ospiti della residenza abusiva per raccogliere le loro testimonianze. A coordinare le indagini è la procura di Terni che ha chiesto e ottenuto dal tribunale di Terni il sequestro dell’appartamento in zona stazione ferroviaria. Nel frattempo l’anziana è stata riaffidata ai familiari, che dovranno almeno ricollocarla in una residenza a norma, mentre per la cinquantatreenne è scattata la denunciata per gestione di struttura priva di autorizzazione, abbandono di persona incapace e maltrattamenti.

I commenti sono chiusi.