domenica 24 maggio - Aggiornato alle 23:44

Rissa in un bar di Perugia e botte agli agenti: quattro arresti. Questore: «Violenza inaudita, inflessibili su movida»

Coinvolte una ventina di persone, erano tutte senza mascherina e sono scappati all’arrivo degli agenti. Avanti con le indagini

Polizia generica. Foto Fabrizio Troccoli

Rissa al bar con scene di violenza che il questore di Perugia, Antonio Sbordone, definisce «inaudita». E’ successo nella notte a Castel del Piano (Perugia) dove, per cause in corso d’accertamento, è scoppiata una terribile lite tra una ventina di persone, che non ha risparmiato neanche gli agenti e i militari intervenuti sul posto.

Questore: «Inflessibili su movida» All’arrivo degli uomini della squadra volante, affiancati da una pattuglia dei carabinieri e da un’altra della Guardia di finanza, i soggetti coinvolti si sono tutti dileguati, ma quattro di loro sono stati presi dopo brevi ricerche. A parlare di quanto accaduto nella notte è direttamente il questore, che ha rilevato come «i giovani fossero tutti senza mascherina», per poi assicurare che «sulla movida saremo inflessibili: qui – ha detto – ci vuole l’impegno di tutti, forze di polizia, istituzioni, associazioni di categoria e anche famiglie, perché è quanto mai necessario fare gioco di squadra, la posta in gioco è troppo alta»

Rissa e arresti I poliziotti sono riusciti a rintracciare tre giovani, due ventisettenni e un ventiquattrenne, più una ragazza di 29 anni: alla richiesta di documenti tutti si sono scagliati contro gli agenti, aggredendoli con calci e pugni. Attimi di tensione che gli operatori a fatica sono riusciti a contenere, riuscendo solo dopo diversi minuti a fermare i quattro, tutti ubriachi. Dagli accertamenti compiuti a loro carico è emerso che soltanto un giovane aveva precedenti per droga e lesioni, oltre a un Daspo emesso dalla questura di Modena. Per ricostruire quanto accaduto e, quindi, denunciare i quattro alla procura di Perugia, gli uomini della squadra volante hanno subito acquisito e controllato le registrazioni di videosorveglianza del bar, procedendo quindi all’arresto dei quattro: a tutti viene contestato il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, mentre tre di loro, compresa la donna, devono rispondere anche di rissa aggravata. Le indagini stanno andando avanti in questo ore per identificare e valutare la posizione delle altre persone che erano presenti all’interno del bar di Castel del Piano quando la violenza è dilagata.

I commenti sono chiusi.