mercoledì 21 novembre - Aggiornato alle 19:28

Terni, rientra in Italia e con vari alias continua a delinquere: arrestato

Indagine della polizia stradale che lo aveva già denunciato a luglio per non essersi fermato all’alt

Era già stato denunciato l’estate scorso per resistenza a pubblico ufficiale per non essersi fermato all’alt, ma ora è scattato l’arresto. Gli uomini della polizia stradale hanno rintracciato e arrestato un cittadino di nazionalità tunisina, considerato particolarmente pericoloso e per questo già allontanato dall’Italia nel 2016 con provvedimento della questura di Caltanissetta. Da accertamenti successivi è emerso che l’uomo aveva collezionato denunce sotto diversi alias che hanno richiesto una serie di approfondimenti per ricostruire la posizione dello straniero, poi risultato allontanato due anni fa con accompagnamento alla frontiera eseguito. Il rientro irregolare sul territorio nazionale prevede l’arresto obbligatorio e, così, dopo vari appostamenti è stato rintracciato e arrestato. Il tribunale di Terni per direttissima ha convalidato l’arresto e rinviato l’udienza al gennaio 2019, confermando l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria già adottato dal Tribunale di Velletri.

I commenti sono chiusi.