Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 17:35

Ricostruzione, raffica di controlli ai cantieri: due imprenditori denunciati

In un caso ponteggio troppo distante dall’edificio. Multe per 1.700 euro

Un cantiere (foto di Kevin Grieve su Unsplah)

Due imprenditori edili umbri, uno di Norcia e l’altro di Perugia, sono stati denunciati per violazioni del Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavori. I controlli sono scattati nell’ambito di un servizio finalizzato a verificare i numeri cantieri di ricostruzione aperti in Alta Valnerina. Ai due sono state anche elevate multe per un valore complessivo di poco superiore ai 1.700 euro.

Ricostruzione, due imprenditori denunciati Nei guai è finito un sessantatreenne perugino, legale rappresentate di un’impresa edile impegnata nella demolizione e ricostruzione di un annesso agricolo. Qui le forze dell’ordine hanno riscontrato che il piano di calpestio del ponteggio in uso al cantiere per i lavori in quota presentava in vari punti un distacco dalla muratura superiore ai venti centimetri, che è il limite massimo stabilito dal Testo unico sulla sicurezza. Denunciato alla Procura di Spoleto anche un imprenditore di 32 anni, in questo caso titolare di una ditta dell’Alta Valnerina, che non è stato in condizione di consegnare alle autorità Piano di montaggio, uso e smontaggio, relativo sempre alle impalcature di cantiere e anche in questo caso finalizzato alla riparazione dei danni provocati dal sisma, seppur qui i lavori in corso riguardavano un edificio residenziale.

I commenti sono chiusi.