Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 5 febbraio - Aggiornato alle 13:05

«Ricette false con timbri rubati ai medici di Spoleto per acquistare psicofarmaci»

Un uomo di 35 anni è stato denunciato anche per contraffazione di sigilli

Procura Spoleto

di Enzo Beretta 

Denunciato un 35enne per falsificazione di ricette mediche, furto aggravato e contraffazione di timbri sanitari. L’inchiesta della Procura di Spoleto – riferisce una nota degli investigatori – puntava a individuare il presunto autore di reati in materia di falso materiale, contraffazione di timbri di alcuni medici del posto e conseguentemente utilizzo di ricette. Stando a quanto emerso dalle indagini è venuta fuori «una vera e propria attività di contraffazione nel settore sanitario con falsificazione di ricette mediche, grazie al furto di timbri riconducibili a personale medico del posto e successiva contraffazione di sigilli e timbri utile strumento per consentire l’acquisto di psicofarmaci».

Le indagini L’inchiesta è iniziata con la denuncia di furto di un timbro da parte di un sanitario: sono scattate le perquisizioni a carico dell’indagato con il conseguente rinvenimento di timbri (alcuni sottratti indebitamente, altri oggetto di contraffazione) che hanno permesso agli investigatori di ricostruire la vicenda – si legge ancora – «attribuendo la paternità di alcuni documenti sanitari falsificati e contraffatti e immessi in circuito per l’acquisto di farmaci di varia natura ed in particolare di psicofarmaci». Accertamenti sono ancora in corso per individuare se reati della stessa natura siano stati compiuti lontani da Spoleto.

I commenti sono chiusi.