sabato 19 gennaio - Aggiornato alle 03:06

Perugia, smaltimento illecito di rifiuti in discarica abusiva: trovati oli esausti, ferro e batterie di auto

Due denunce della Provinciale. Forse un marocchino smontava pezzi meccanici e li rivendeva sul mercato nero. Accertamenti sull’eventuale inquinamento di terreni e falde acquifere

Scoperta dalla polizia provinciale una discarica abusiva in cui venivano effettuati raccolta, recupero e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi in completa mancanza di autorizzazioni in un terreno non idoneo. A finire nei guai per l’attività illecita messa in piedi in un casolare in aperta campagna a Ponte Pattoli – spiega la Provincia – un pensionato del luogo, che ha in comodato l’immobile, e un trentenne di nazionalità marocchina. Ad accorgersi di quanto stava accadendo in questa area, di circa mezzo ettaro, gli agenti della polizia provinciale (comprensorio di Perugia) durante una normale attività di controllo del territorio. Ora i due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, reato – spiegano gli investigatori – per cui è previsto l’arresto da 3 a 6 mesi, una multa che varia da 2.600 a 26 mila euro e in più l’obbligo della bonifica dei luoghi a loro carico. Accertamenti sono in corso per verificare eventuali danni ambientali poiché sono stati ritrovati oli esausti, batterie e materiale ferroso che si teme possano contaminare sia il terreno che le falde acquifere sottostanti. I due uomini – conclude la nota – non solo smaltivano illecitamente ma in particolare lo straniero era dedito a smontare pezzi meccanici e rivenderli poi sul mercato nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.