Quantcast
giovedì 15 aprile - Aggiornato alle 01:11

Perugia, rapinano villa e stuprano una 50enne. Ricercati due uomini armati con accento dell’Est

La paura ha l’accento dell’Est Europa di due uomini che ti aspettano fuori di casa quando esci per portare fuori il cane. La paura che diventa terrore quando uno di loro ti prende e ti violenta. E’ successo ad una donna di origine sudamericana di 54 anni venerdì sera a Pietramelina.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri (Foto F.Troccoli)

di Ivano Porfiri e Francesca Marruco

La paura ha l’accento dell’Est Europa di due uomini che ti aspettano fuori di casa quando esci per portare fuori il cane. La paura che diventa terrore quando uno di loro ti prende e ti violenta. E’ successo ad una donna di origine sudamericana di 54 anni venerdì sera a Pietramelina.

Aggredita sulla porta di casa La poveretta era in casa del compagno della figlia insieme alla nipote di quattordici anni quando intorno alle 22.30 è uscita per portare fuori il cane. Il tempo di aprire la porta che si è trovata due uomini addosso: due uomini che volevano soldi e gioielli, che per due ore hanno terrorizzato lei e la nipote adolescente legandole e minacciandole per farsi dire come aprire la cassaforte. Due ore di terrore in cui i due uomini, armati di fucile e pistola, col volto coperto e l’accento dell’est europeo, hanno messo sottosopra l’intera casa in cerca di gioielli e denaro.

Lo stupro Due ore di terrore durante le quali uno dei due malviventi  ha preso la donna e l’ha portata  al piano di sotto per cercare preziosi, invece ha abusato sessualmente di lei.  Diventando in un attimo da rapinatore a stupratore. Creando un precedente di paura che inevitabilmente si insinuerà in molte menti.

Il proprietario e la cassaforte Dopo la violenza l’ha riaccompagnata al piano di sopra dove si trovava la nipote. Insieme ai rapinatori hanno atteso il rientro della figlia e del compagno, un ristoratore proprietario della villa. L’uomo, una volta dentro, si è trovato pistola e fucile puntati: ha consegnato le chiavi della cassaforte e ha dato indicazioni per aprirla. A quel punto i due malviventi hanno svuotato la cassaforte portando via circa 20 mila euro tra denaro e preziosi. Poi hanno presi fili della corrente e quanto hanno trovato e hanno legato la famiglia in camera da letto. Li hanno chiusi dentro e se ne sono andati.

Indagini La chiamata d’aiuto al 112 è arrivata intorno all’una.  Immediatamente gli uomini del comando provinciale dei carabinieri di Perugia hanno raggiunto l’abitazione e hanno subito iniziato la caccia all’uomo, anche se fino ad ora ha dato esito negativo. Gli inquirenti coordinati dal pm Mario Forisano seguono la pista straniera e stanno verificando più piste. La donna è stata invece portata in ospedale e si trova ancora lì in stato di choc. Le sue condizioni fisiche sono considerate comunque buone.

2 risposte a “Perugia, rapinano villa e stuprano una 50enne. Ricercati due uomini armati con accento dell’Est”

  1. diego baccarelli ha detto:

    Sarcasticamente, mi verrebbe da dire che gli è andata anche bene, perchè se avessero reagito e..che so…mandato all’ospedale o all’altro mondo i due delinquenti, ai danni morali e materiali avrebbero dovuto incredibilmente aggiungere anche quelli del processo “per eccesso di legittima difesa”!!!!

  2. Fabio ha detto:

    Manifesto la piena solidarietà nei confronti dei malcapitati ed alle loro famiglie…spero che le nostre istituzioni prendano coscienza del fatto che la microcriminalità sta’ aumentando e che va fatto assolutamente un qualcosa per invertire la tendenza verso una escalation di violenza sempre più preoccupante. Abbiamo bisogno di deterrenti più forti affinché il comportamento di alcuni balordi possa essere messo a freno…non c’è giustificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.