lunedì 25 marzo - Aggiornato alle 04:54

Perugia, raffica di furti nelle isole ecologiche di Gesenu: 29enne in manette

Acciuffati i ladri delle isole ecologiche Gesenu di Perugia. Sono stati i carabinieri della stazione Fortebraccio a fermare nella notte tra giovedì e venerdì i due giovani di nazionalità rumena, uno minorenne e l’altro ventinovenne, mentre rubavano all’interno del sito di conferimento di Cenerente-San Marco. Il più grande è stato arrestato e ristretto ai domiciliari, l’adolescente è stato denunciato a piede libero per furto aggravato.

Raffica di furti nelle isole ecologiche Gesenu Le indagini compiute dai militari a seguito della raffiche di colpi commessi ai danni di Gesenu a cui da due mesi vengono sottratte batterie, olio usato e materiale ferroso, hanno permesso ai carabinieri di predisporre un servizio di appostamento nell’ambito del quale è stato notato un furgone con targa rumena. Dal mezzo è sceso il più grande dei due che dopo aver tagliato la recinzione ed essersi introdotto nell’area ha messo le mani su 23 batterie e circa 200 attrezzi da lavoro, passandoli al minorenne che lo attendeva all’esterno per caricarli nel camioncino.

Arrestato 29enne A quel punto i carabinieri, nascosti tra le piante, sono entrati in azione fermando i due e recuperando circa 3 mila euro di merce. Entrambi sono stati accompagnati in caserma dove, a seguito di accertamenti, è emerso come il ventinovenne fosse già noto alle forze di polizia anche per precedenti specifici, ossia furti a isole ecologiche di Perugia. Il giovane è stato arrestato in flagranza di reato e accompagnato nell’abitazione in cui risiede dove risulta ristretto ai domiciliari, mentre il complice minorenne è stato denunciato a piede libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.