Quantcast
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 23:56

Perugia, maxi controllo dei carabinieri in centro storico: un arresto e tredici denunce

Un'auto dei carabinieri (foto F.Troccoli)

Almeno per una sera il centro storico non è appartenuto ai venditori di droga. Al grido d’aiuto dei cittadini esasperati dagli spacciatori nei vicoli delle strade hanno infatti cercato di rispondere, questa volta,  i carabinieri dell’Arma di Perugia con un’operazione mirata alla repressione del fenomeno. Un servizio straordinario di controllo del territorio, soprattutto nel centro storico, nella zona di piazza Grimana e nei vicoli caldi che si snodano da piazza Danti fino all’università per stranieri, è stato messo in campo mercoledì notte dai militari della compagnia di Perugia insieme a quelli del nucleo investigativo del reparto operativo. L’operazione di controllo e rastrellamento del territorio ha prodotto un arresto e dodici denunce in stato di libertà.

In manette In particolare, P.D.K,  polacco,  classe  1994,  domiciliato a  Perugia e nullafacente, è stato arrestato per inottemperanza dell’ordine di cattura  emesso dal tribunale di Perugia in sostituzione degli arresti domiciliari a cui era sottoposto, in seguito a reiterate violazioni alla misura in atto.

Denunciate Altre due persone sono state invece denunciate:  C.C.L., rumeno, classe 1991, domiciliato nel capoluogo umbro, nullafacente, con l’accusa di evasione. Infatti, nel corso del controllo, non è stato trovato all’interno della propria abitazione, sebbene sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. H. M.,  tunisino, classe  1991 e  B.S.S.,  nato in Libia, classe 1994,  entrambi  nullafacenti ed irregolari, sono stati denunciati perché risultati  inottemperanti all’ordine di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Perugia rispettivamente nei mesi di giugno 2013 e 2012.  Infine, sono stati denunciati 10 cittadini  non comunitari, di cui 8 di nazionalità tunisina, 1 di nazionalità algerina  ed 1 di nazionalità marocchina, risultati sprovvisti di qualsivoglia documento identificativo.

Arrestato Due sere fa invece, nel quartiere di Ponte d’Oddi, i carabinieri della stazione di Perugia Fortebraccio hanno arrestato C.B., albanese, classe 1982, barista,  già  agli  arresti  domiciliari  per reati  inerenti agli stupefacenti, in esecuzione ad un ordine di cattura emesso dal Tribunale di Perugia che ripristinava a suo carico la custodia in carcere, a seguito delle ripetute violazioni delle prescrizioni imposte commesse in regime di detenzione domiciliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.